Dura reazione di YouTube con Diego Fusaro: ancora zero entrate per lui, ma non è censura

di Redazione Bufale |

Diego Fusaro
Dura reazione di YouTube con Diego Fusaro: ancora zero entrate per lui, ma non è censura Bufale.net

Vi dovevamo un aggiornamento per quanto riguarda Diego Fusaro e la questione in corso con YouTube, considerando il fatto che il filosofo circa un paio di settimane fa aveva denunciato il fatto che la nota piattaforma avesse bloccato i suoi guadagni. Arrivando a parlare di censura. Ne abbiamo parlato anche sulle nostre pagine con un approfondimento, evitando però di esprimere pareri e di evitare inutili polemiche. A prescindere dal fatto che si possa essere favorevoli o contrari ai concetti da lui espressi.

YouTube conferma il blocco dei guadagni per Diego Fusaro, ma non si tratta di censura

Quest’oggi, abbiamo deciso di fare un giro nel canale YouTube di Diego Fusaro, riscontrando che al momento dell’avvio dei suoi video effettivamente non risultino disponibili annunci pubblicitari. Dunque, il diretto interessato continua a non intascare un euro in questo periodo dalla piattaforma, così come non c’è modo di abbonarsi al suddetto canale. Tuttavia, ribadiamo che parlare di censura non sia corretto, come fatto notare da un utente sui social:

Quello che il filosofo si dimentica di dirvi è che non gli hanno rimosso i video da youtube ma solo ‘demonetizzato’ il canale. Ovvero non guadagna più soldi ogni volta che andate a vedere un suo video. Questo capita quando il canale ha una cattiva reputazione, ovvero viene segnalato per pubblicare notizie poi rivelatesi false o che trattano temi sensibili. I video non vengono censurati, solo che lo youtuber non guadagna su quei click“.

Abbiamo omesso alcuni appellativi contro Diego Fusaro, proprio perché il nostro obiettivo oggi non è analizzare un contenuto specifico da lui pubblicato. Semplicemente, abbiamo approfondito la questione YouTube, coi guadagni che risultano ancora bloccati, ma facendo presente che allo stato attuale non ci siano i presupposti per parlare di censura. Un dettaglio non di poco conto per contestualizzare tutta questa storia oggi 29 maggio.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News