Napoli radioattiva secondo una ASL del Veneto: gaffe e documento rimosso

di Redazione Bufale |

Sta facendo discutere moltissimo il caso di “Napoli radioattiva” oggi 19 gennaio, in quanto una ASL del Veneto avrebbe pubblicato un documento in cui si fa riferimento proprio al capoluogo campano come unità di misura per alcuni esami disponibili per il pubblico. Insomma, la realtà partenopea non è esposta solo a bufale e a catene varie, al contrario di quanto riportato non molto tempo fa con il presunto ritorno della leva obbligatoria. Il caso di oggi va analizzato sotto diversi punti di vista.

Napoli radioattiva
Napoli radioattiva

Gli indizi su Napoli radioattiva secondo la ASL del Veneto

Nello specifico, alcune indicazioni su Napoli radioattiva sono state riportate anche da Next Quotidiano. In particolare, si fa riferimento ad un documento riportato dall’ospedale Mater Salutis di Legnago, della Ulss 9 del Veneto, e scovato proprio in questi giorni da Il Mattino. Anche noi di bufale abbiamo avuto modo di leggere il documento, ma il link specifico è stato rimosso proprio in queste ore dall’ASL del Veneto, una volta sollevato il polverone per la menzione del capoluogo campano.

Per farvela breve, la fonte aveva pubblicato un modulo sul consenso informato per un Dentalscan. Tra le varie informazioni fornite, c’era anche uno strano metro di paragone che ha fatto riferimento all’esposizione alla radiazione ambientale naturale cui un normale cittadino è esposto vivendo un mese a Napoli. Quanto all’autenticità di quel dato, ci sono due aspetti da prendere in esame.

Il primo si riferisce al fatto che, secondo l’Istituto superiore di Sanità, ci sono dati più complessi da esaminare. Ad esempio, le zone a maggiore esposizione sono Lazio e Lombardia per quanto riguarda gli edifici, coinvolgendo in primis i rispettivi capoluoghi. A questo, poi, si aggiunge proprio la rimozione del link su Napoli radioattiva, che sa molto di riconoscimento implicito dell’errore. Gaffe o infelice paragone? Forse ne sapremo di più a giorni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News