Mega bufala della recita di Natale annullata a Moie per “non cattolici offesi”: ci casca Giorgia Meloni

di Redazione Bufale |

La giornata di giovedì è stata caratterizzata tra le altre cose dalla notizia proveniente da Moie, in merito ad una recita di Natale che sarebbe stata annullata per “non offendere i bambini non cattolici della scuola”. Una questione che ha immediatamente creato il dibattito politico prevedibile, tra chi, soprattutto a Destra, vuole porre un freno a coloro che limiterebbero le nostre tradizioni. Vedere per credere quanto avvenuto con Giorgia Meloni, a poche ore di distanza dalla pesante discussione in diretta TV su LA7 con Lilli Gruber, stando al nostro report.

Recita di Natale
Recita di Natale

La grossa bufala sulla recita di Natale annullata a Moie

Andiamo con ordine, perché la notizia è diventata di dominio pubblico soprattutto nel momento in cui ne ha parlato anche la leader di Fratelli d’Italia. Nel pomeriggio di giovedì, infatti, Giorgia Meloni ha pubblicato un post su Facebook in cui si è detta indignata delle decisioni prese a Moie in merito alla recita di Natale: “Prima era “discriminatorio” il crocifisso, poi il presepe, ora le recite di Natale. Ma sono i bimbi a sentirsi offesi, o è il fanatismo ideologico di qualche dirigente a spingere per censurare ogni simbolo e tradizione della nostra cultura?“. A seguire il post in questione, attualmente ancora online.

La realtà dei fatti è ben diversa, in quanto poco dopo la mezzanotte di venerdì abbiamo ricevuto un comunicato ufficiale direttamente dalla scuola dell’Infanzia G.Rodari di Moie, con tanto di firma della dirigente scolastica Patrizia Leoni. Il titolo è tutto un programma: “La recita di Natale si farà“. Questo lo scorcio iniziale della nota in questione che chiarisce tutti i dubbi:

Il simbolo della Natività non offende nessuna sensibilità religiosa e anzi, spesso, nella sua storia, questo Istituto ha consentito momenti di autentica inclusione interculturale, al di fuori di rigidi e precostituiti schemi mentali ed in questa prospettiva va concepito e andrà realizzata la recita nella scuola di Moie.»
Così la dirigente scolastica Patrizia Leoni chiarisce nella conferenza stampa del primo pomeriggio di oggi la presa
di posizione dell’Istituto sulla recita di Natale. La notizia della decisione di non farla alla scuola dell’Infanzia G.Rodari di Moie, è infatti apparsa sulla stampa stamattina (giovedì 14 novembre).
«Dispiace sottolineare la intempestività di tale uscita comunicativa – continua la Leoni – senza la preventiva interlocuzione con la Dirigenza. L’enfasi con cui è stata divulgata questa non-notizia rischia di compromettere l’immagine di un corpo docenti che, nella sua globalità, sono fiera di guidare e di una scuola che per anni è stata il faro di iniziative all’avanguardia (basterebbe leggere il PTOF dell’Istituto)“.

Insomma, una mega bufala la storia della recita di Natale annullata a Moie per non offendere i non cattolici. E, a quanto pare, oltre a Giorgia Meloni, ci sono cascate diverse testate autorevoli.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News