Mano di Bonucci e presunto rigore per la Sampdoria: cosa dice il regolamento

di Redazione Bufale |

mano di Bonucci
Mano di Bonucci e presunto rigore per la Sampdoria: cosa dice il regolamento Bufale.net

Il fallo di mano di Bonucci contro la Sampdoria, di cui tanto si parla ancora oggi per un possibile rigore che poteva essere decretato a favore dei blucerchiati, fa discutere molto. L’anno scorso sarebbe stato rigore, ma quest’anno abbiamo nuove discriminanti che consentono ai direttori di gara di agire diversamente. In particolare, il sito “Buon calcio a tutti” di recente ha pubblicato il nuovo regolamento, che cambia e non di poco le carte in regola in queste situazioni.

Perché il fallo di mano di Bonucci non è da rigore secondo il regolamento

Nello specifico, bisogna evidenziare il punto che scagiona il fallo di mano di Bonucci. Non è più infrazione, ad esempio, in questo caso: “Se proviene direttamente dalla testa o dal corpo (compresi i piedi) di un altro calciatore che è vicino“. A distanza di mesi dalla partita di Coppa Italia contro la Roma, dunque, Bonucci nuovamente protagonista.

Anche l’ex arbitro Bergonzi è intervenuto ai microfoni di TuttomercatoWeb per giudicare l’operato degli arbitri in questa prima giornata di campionato di Serie A e si è voluto soffermare soprattutto sulla mano di Bonucci in area di rigore che ha creato qualche protesta da parte dei calciatori della Sampdoria. La Juventus ha dimostrato di essere nettamente superiore alla Sampdoria, ma sull’1 a 0 per i bianconeri è avvenuto questo presunto fallo di mano di Bonucci in area di rigore, episodio però non sanzionato dall’arbitro e nemmeno dal VAR.

Probabilmente se ci fossimo ritrovati nello scorso campionato, questo fallo sarebbe stato da rigore, ma in questa nuova stagione Rizzoli ha dato dei dettami ben chiari proprio sui falli di mano in area, dando molta più libertà ai difensori. Bergonzi insomma ha notato come il braccio di Bonucci non fosse attaccato al corpo, ma con la nuova regola questo non è più considerato calcio di rigore.

Il braccio deve superare la linea della spalla e soprattutto non deve esserci vicinanza con l’avversario, solo in questo modo il rigore potrà essere fischiato. Nel caso del presunto fallo di mano di Bonucci la vicinanza è notevole con l’avversario ed il braccio, pur essendo un po’ largo, non supera di certo la linea della spalla. C’è stata quindi una revisione del regolamento per evitare il numero spropositato di calci di rigore assegnati durante la passata stagione proprio per i falli di mano in area da parte dei calciatori.

C’erano troppi rigori di questo tipo e Rizzoli ha necessariamente dovuto cambiare un po’ le carte in regola, fornendo nuove linee guida agli arbitri ed evitando che si possano scaturire polemiche inutili. Basta quindi parlare di fallo di mano di Bonucci e di rigore non dato alla Sampdoria, come confermato anche da Bergonzi la regola sui falli di mano è cambiata ed è bene che tutti la vadano a rileggere.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News