Loris Corradi, vicesindaco di Roveré Veronese con maglietta “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”: è della Lega

di Redazione Bufale |

Loris Corradi
Loris Corradi, vicesindaco di Roveré Veronese con maglietta “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”: è della Lega Bufale.net

Si sta discutendo moltissimo in queste ore di Loris Corradi, il vicesindaco di Roveré Veronese, apparso di recente su un palco con la maglietta shock “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”. In particolare, al di là dell’autenticità dello scatto il dubbio si riferisce anche all’appartenenza politica del ragazzo, se pensiamo che Lega e Fratelli d’Italia stiano rispedendo al mittente le accuse. Proviamo dunque a vederci chiaro su questa vicenda, perché se la storia delle magliette di Pontida aveva fatto sorridere qualche settimana fa, considerando l’errore di traduzione dal russo, la vicenda oggi 24 agosto appare per forza di cose più delicata.

Il presupposto dal quale partire è che la maglietta di Loris Corradi sia autentica. La conferma arriva da una fonte come Huffington Post, che non a caso riporta anche la presa di posizione del diretto interessato. A tal proposto, il vicesindaco di Roveré Veronese ha fatto sapere di rispettare le donne, al punto da rendere pubbliche le scuse doppie. Sia alla sua compagna, sia alla madre, da cui afferma di aver ricevuto l’insegnamento del rispetto prima di tutto.

A quale partito appartiene Loris Corradi?

A questo punto, l’altro grande dilemma riguarda il partito al quale appartiene Loris Corradi. La sua situazione attuale, dal punto di vista politico, appare di difficile lettura, considerando che alcune fonti lo definiscono una sorta di “cane sciolto“. L’unica certezza riguarda come si sia presentato al momento delle elezioni a Roveré Veronese. Basta dare uno sguardo al sito Comuni Italiani, infatti, per rendersi conto che accanto al suo nome ci sia la scritta “Lega Nord – Liste Civiche“.

Insomma, un brutto scivolone quello di Loris Corradi, eletto con la Lega e attualmente vicesindaco di Roveré Veronese, per il quale potrebbero giungere anche provvedimenti disciplinari dopo essere apparso in pubblico con la discutibile maglietta “Se non puoi sedurla, puoi sedarla”.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News