Le 4 precauzioni contro la truffa del momento con finte rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre

di Redazione Bufale |

rimodulazioni iliad
Le 4 precauzioni contro la truffa del momento con finte rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre Bufale.net

Un nuovo corso estremamente antipatico per gli utenti italiani va preso seriamente in considerazione, in merito alle false rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre che potrebbero essere annunciate al pubblico tramite chiamate dei call center. Stanno aumentando anche nella nostra posta le segnalazioni di persone che vengono contattate da operatori telefonici, assetati di contratti, al punto da mettere in pratica delle tecniche scorrette che mettono in difficoltà anche coloro che hanno conoscenze avanzate in merito. Ecco perché è importante analizzare anche le possibili contromisure a questi attacchi.

Va detto che la situazione generale del mercato mobile appare più incoraggiante per il pubblico, se non altro perché i rincari in questi mesi sono stati decisamente più episodici. Ad esempio, il nostro ultimo contributo in merito risale addirittura al mese di settembre. A prescindere da questo, però, ci sono sono sempre minacce dietro l’angolo, come appare evidente dalle denunce raccolte a febbraio 2020 sulle finte rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre.

Le carte da giocarsi contro le false rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre

Fondamentalmente, ci sono quattro armi da giocarsi per evitare di andare incontro ad una vera e propria truffa con le finte rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre. In primo luogo, bisogna tener presente che tutti gli aumenti, o più in generale qualsiasi modifica unilaterale del contratto deve essere annunciata dal proprio operatore con almeno trenta giorni di preavviso. Questo, solitamente, avviene con per quanto riguarda la linea mobile, mentre la comunicazione tende ad avvenire via bolletta con la linea domestica.

In seconda istanza, qualora abbiate dubbi in assenza di annunci tramite SMS o bolletta, ricordate che operatori come iliad, TIM, Vodafone, Wind, Tre, Fastweb, Tiscali, tanto per citarne alcuni, siano tenuti a pubblicare apposite notizie sui rispettivi siti ufficiali. Potete poi contattare il servizio clienti del vostro gestore per verifiche, oltre ovviamente ai riferimenti che troverete sui siti di settore, con news a tema per eventuali rimodulazioni iliad, Vodafone, TIM e Wind Tre.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News