Lara Comi e quel Tweet contro i figli di papà centri sociali

di Bufale.net Team |

Eravamo nel 2016, e Lara Comi, allora portavoce di Forza Italia a Saronno, tuonava contro i centri sociali sulla base di una foto, archiviata qui

Vi abbiamo più volte parlato del rischio insito nel trarre affrettate conclusioni da una foto decontestualizzata. Una foto è solo una foto. È un po’ difficile da una scritta fatta con una bomboletta spray capire se dietro ci fosse un figlio di papà dei centri sociali, un comune vandalo o chiunque altro.

Lo sfogo, comunque, ricordiamo, fa parte della libertà di parola di chinque. Abbiamo tutti il diritto di sfogarci, di essere appassionati (forse un po’ tanto). Abbiamo tutti il diritto alle nostre idee, e non facciamo certo eccezione per questo Tweet.

Forse noi, per deformazione professionale, avremmo all’epoca fatto delle ricerche prima di postarlo ed usato un linguaggio più dimesso: ma non troviamo niente di strano nella sua esistenza.

Perché ce lo state sottoponendo allora?

Perchè, come cantava Giorgio Vanni nella sigla dei Gormiti, mischiando il sacro ed il profano

la vita insegue il destino dov’è

E personalità come l’autore, giornalista e scrittore Carlo Gubitosa non hanno potuto che riconoscere in un Tweet che molti ritengono essere un falso, ma non lo è, un segno di tale costante inseguimento

Necroposting: un vecchio post lasciato silente in un profilo acquisisce, in un futuro lontano ed imprevedibile, significati politici e viene riportato alla vita come uno zombie dal ghigno sardonico pronto a deridere il nostro presente con lo spettro del nostro passato.

Tale è la natura di Internet.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News