L’anagramma sul Covid che illumina i complottisti, ma non si accorgono di un errore

di Redazione Bufale |

anagramma sul Covid
L’anagramma sul Covid che illumina i complottisti, ma non si accorgono di un errore Bufale.net

Sta facendo molto sorridere un’immagine diventata virale in queste ore sui social, a proposito dell’anagramma sul Covid. Una presa di posizione ulteriore da parte dei complottisti, che apparentemente potrebbe svelare il grande mistero sul Coronavirus e sui poteri forti, come sempre capitanati da Bill Gates. Proprio quest’ultimo, infatti, sarebbe il leader di una lobby fatta di interessi economici che in futuro porterà ai vaccini su scala mondiale. Insomma, tutto prestabilito ed organizzato, ma a qualcuno non è sfuggito un dettaglio, nonostante le tragiche conseguenze per chi ha seguito percorsi strani in queste settimane.

La storia dello strano anagramma sul Covid

In pratica, la vicenda del presunto anagramma sul Covid ci svela all’apparenza una verità sconcertante, con una sequenza molto chiara: “COVIDICIANNOVE” -> “IO VENDO VACCINI”. Un vero e proprio messaggio in codice, frutto a detta dei complottisti di una dimenticanza da parte di coloro che hanno gettato le basi per una pandemia farlocca. Basta mettere nel giusto ordine le lettere per scoprire cosa ci sia per davvero dietro al Covid-19.

Peccato che l’anagramma sul Covid non tenga conto né dei numeri, in riferimento all’assenza del “19” che è parte integrante del nome del virus, né soprattutto della lettera “D”. In “COVIDICIANNOVE”, infatti, manca il collante tra le due parole. Una forzatura per fare in modo che si potesse dar vita all’anagramma in questione, al quale purtroppo in tanti stanno credendo. E questo la dice lunga sul livello culturale medio che abbiamo in Italia sull’argomento.

Successivamente, l’autore del delirio riguardante l’anagramma sul Covid ha anche precisato che la mancanza della lettera “D” sia legata al suo reale significato: depopulation. E niente, noi facciamo un’enorme fatica ad andare avanti e ad associare un tag opportuno ad un report del genere. Sarà interessante comprendere per quanto tempo andremo avanti con l’anagramma in questione qui in Italia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News