La storia di Patrick Hutchinson, eroe nero che avrebbe salvato un razzista durante il Black Lives Matter

di Redazione Bufale |

Patrick Hutchinson
La storia di Patrick Hutchinson, eroe nero che avrebbe salvato un razzista durante il Black Lives Matter Bufale.net

Le manifestazioni per il “Black Lives Matter“, sui diritti delle persone di colore dopo l’uccisione di George Floyd, hanno generato contro risposte a Londra da parte dell’estrema destra che è scesa in piazza per difendere i monumenti ed i valori britannici ed in tutto questo caos è emersa l’umanità di un uomo di colore, Patrick Hutchinson, diventato per molti un eroe. Sono diversi giorni che a Londra si stanno svolgendo manifestazioni, anche piuttosto accese con i soliti scontri che coinvolgono polizia e normali cittadini, dopo che è stato fatto uno sfregio alla statua di Churchill perché considerato razzista.

Cosa sappiamo su Patrick Hutchinson e i fatti di Londra durante il Black Lives Matter

L’estrema destra non ci sta ed ha iniziato a manifestare per le strade di Londra in maniera piuttosto accesa, ma purtroppo non sono mancati gli scontri. Durante però queste continue ferite sociali e manifestazioni di differenze razziali, ecco che la foto di un nero che salva un bianco è diventata il simbolo di nuova speranza per tutti. Il nero della situazione è Patrick Hutchinson, un uomo che si è ritrovato in mezzo a queste contromanifestazioni londinesi generate da hooligan e xenofobi, ma che ha mostrato un’umanità che purtroppo sembra essere sparita nell’ultimo periodo.

Patrick aveva visto un militante dell’estrema destra in difficoltà, rischiava di essere schiacciato dalla folla, era seriamente a rischio e non ci ha pensato su due volte prima di tuffarsi anch’esso in questa mischia e tirarlo fuori, portandolo in spalla. Un gesto da eroe che però Patrick Hutchinson ha cercato di sminuire, evidenziando come il salvataggio sia stato possibile grazie all’aiuto di altre persone che erano presenti durante la manifestazione. In quel momento non c’era differenza di colore della pelle, tutti erano uniti nel salvare una vita umana. Almeno questa è la tesi riportata da Next Quotidiano, anche se noi attendiamo ulteriori prove prima di sparare sentenze.

Sicuramente il coraggio ed anche la forza fisica di Hutchinson hanno fatto la differenza, lui che è un personal trainer ha usato la sua forza non per combattere il “nemico”, ma per salvarlo. Una bella immagine che ha fatto in poco tempo il giro del mondo e che ha reso Patrick Hutchinson come il simbolo di una speranza nuova, quella di riuscire una volta per tutte ad eliminare l’odio che milita nelle persone razziste.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News