La mega bufala delle sardine comuniste: allontanata a Firenze bandiera con falce e martello

di Redazione Bufale |

Sono settimane ormai che si parla della connotazione politica delle sardine, associandole spesso e volentieri al PD, o più in generale all’etichetta “comuniste”. Un modo per sminuire il messaggio da loro diffuso, ma soprattutto per smascherarle dopo che i fondatori di questo movimento hanno dichiarato che “tutta la macchina” fosse apartitica. In tanti, soprattutto tra i sostenitori di una certa Destra, da tempo stanno portando avanti questa battaglia, ma un segnale molto significativo è giunto di recente da Firenze.

Le sardine allontanano bandiera comunista a Firenze

Durante la manifestazione di ieri, andate in scena proprio nel capoluogo toscano, è stato possibile osservare come ad un certo punto una persona impegnata a sventolare la bandiera con falce e martello sia stata gentilmente invitata ad abbassarla. Il tutto è avvenuto in un contesto molto pacifico, con messaggio chiaro ed esplicito da parte degli stessi organizzatori, affinché l’immagine delle sardine non si legasse ad uno specifico partito. O, comunque, a determinati simboli. C’è un post specifico in merito.

Un messaggio importante da parte di persone che in quel momento non sapevano di essere inquadrate, a testimonianza del fatto che chi ci parla di sardine del PD o di qualsiasi altro schieramento politico tende ad alimentare disinformazione verso queste persone. Impossibile prevedere quali saranno gli sviluppi futuri delle sardine sotto questo punto di vista, ma ad oggi è importante evidenziare quali siano le idee portate avanti dagli organizzatori dei vari eventi che si stanno tenendo nelle principali piazze italiane.

Per completezza d’informazione, dunque, vi lasciamo al video che ci mostra cosa sia avvenuto tra le sardine a Firenze ieri 30 novembre, quando una persona impegnata a sventolare la bandiera comunista con falce e martello è stata invitata a fermarsi, dando in questo modo un segnale importante ad una certa tipologia di critica che sui social si è venuta a creare verso gli organizzatori.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News