La lettera di un ebreo a Liliana Segre: “Hai veramente rotto le scatole”

di Luca Mastinu |

Quando si esauriscono gli strumenti per screditare un personaggio pubblico, spuntano i mendicanti del web (qui vi spieghiamo cosa sono) con un messaggio che viene condiviso o copia-incollato sulle bacheche social dei profili e delle pagine acchiappalike. L’illusione è quella della firma, attribuita a opinionisti e/o emissari improvvisati. Oggi ritorniamo su Liliana Segre, il cui nome sta impinguando il nostro archivio (verificate voi stessi a questo indirizzo) per colpa dei viralizzatori.

Nelle ultime ore una lettera attribuita a un uomo di fede ebraica sta raggiungendo un numero importante di condivisioni:

“Cara Liliana Segre,
mi spiace ma devo dirtelo…
Hai veramente rotto le scatole!!!

Te lo dico come Ebreo, e come Israeliano fiero!

Non sono antisemita e tantomeno vigliacco, ma lasciatelo dire, le tue azioni sono oramai un pericolo per la nostra causa ed interessi; mi dispiace per il tuo tragico passato..del resto anche i figli miei sono nipoti di sopravvissuti alla Shoà, ma smettila di strumentalizzare la memoria di milioni per interessi politici, non ne hai diritto!!!
Le tue reazioni e controreazioni hanno fatto molti danni, e se c’è qualcuno che risveglia il morbo antisemita razzista è gente come te!
Paragonare la nostra tragedia a quella dei clandestini palestrati con l’Iphone ha passato ogni limite!
Meglio che rimani in casa ad accudire i tuoi nipoti e pronipoti: farai meno danni!”

G. Y. K.

Siamo andati a verificare sul profilo dell’utente cui viene attribuita la lettera, e sulla sua bacheca non abbiamo trovato il post. Confidiamo nel fatto si tratti di una restrizione della privacy, anche se il 2 novembre G.Y.M. ha pubblicato una lettera con gli stessi toni all’indirizzo, però, di Greta Thunberg:

Cara Greta Thunberg…
Ho ascoltato il tuo discorso davanti al mondo, tu con quella camicietta rossa, stesso colore dei tuoi occhi lacrimanti, piena di ira e collera che hai versato sullo stesso mondo che ci stai campando sopra… perchè?
Perchè pensi che ti debba dar ragione?
Cé l’hai con noi? Non siamo stati noi a mandarti lì in avamposto a strumentalizzare la tua dottrina vuota e senza vere fondamenta! O forse sei arrabbiata da ragazzina che ha perso veramente la propria infanzia, ma non per colpa nostra! Accusa chi ti ha cresciuto e ti abbia riempito la testa di baggianate! Dicono che sei speciale,e per questo ti sfruttano, il mondo non ne ha colpa!
Vedi…. il Mondo da sempre ha avuto le sue problematiche.. astrofisiche, geologiche, fauna, flora… e infine anche l’uomo! Ma il Mondo ha sempre passato bene o male tutte le avversità, si è ricreato si è riparato… ha trovato le proprie vie…. nulla è riuscito a disintegrare questa roccia nell’universo, solo il Signore Onnipotente sarà in grado! Tranquilla, ma intanto non ha progetti del genere nella propria agenda.
Per quanto riguarda l’umanità che tu accusi, ti stai sbagliando di grosso!
Se non fosse per il progresso che tu tanto ti ostini a imputare, oggi non ci sarebbero 7 miliardi di individui su questa Terra.
Foraggiare, medicare, produrre, sognare e sperare per così tanti individui non l’avresti fatto senza emissioni, inquinamento, e via dicendo… si potrebbe far di meglio?? Certamente! Sempre si puo migliorare, è una delle caratteristiche umane… tu ci accusi per il futuro?? Da ragazzina svedese non vedo come i tuoi primitivi avi vichinghi abbiano potuto darti istruzione e cultura o che tu abbia potuto avere palco dinanzi al mondo a dettare le tue mantre accusatorie, come del resto un bimbo africano cresciuto in una capanna del sub Sahara e con gli anni diventare un medico o ingeniere… questo si chiama progresso!
Ti sei mai chiesta perche non vai in Cina o India col tuo ditino di accusa?? Cè la fai??! No? Non è reale dici? Ebbene là puoi sguazzare nell inquinamento, la troverai pane per i tuoi denti, se proprio credi che sei nella ragione, forse ti seguirei pure!
Hai mai pensato che danno stai facendo aizzando i nostri figli contro i loro padri e madri, di classificarli come mostri e distruttori del loro futuro? Pensi che non amiamo i nostri figli, pensi che sia facile farvi crescere? Il mondo è fatto da compromessi e di prezzi da pagare, non tutto è nero o bianco… amiamo il nostro mondo e di più i nostri figli, ma ci sono scelte, i tuoi per esempio hanno fatto di te una gallina dalle uova d’oro…
Il modo in cui hai parlato dinnanzi al mondo mi ricordano tempi bui… la tua collera, il tuo stile di accusare, di dividere le persone in categorie, così naquero il fascismo, il comunismo, l’intolleranza, il fanatismo religioso, le guerre, e l’odio… si l’odio in cui tu inculchi alla gente per chi non la pensi come te o agisca a tuo modo!
Torna a casa cara Greta… stai giocando col fuoco, altro che emissioni CO2.
Torna a casa dai tuoi amici ai tuoi studi ai tuoi sogni piu innocenti, ne hai diritto!
E quando tornerai a casa in aereo o in auto pensa all’ ipocrisia in tutto ciò.. inquinare il mondo per poter dire le tue accuse quando avresti potuto farlo da casa. È bello sentirsi potenti vero?!
NON CON IL NOSTRO FUTURO!!!

Tanti commentatori di questa lettera parlano di “profilo farlocco”, ma l’autore del post non interviene mai per difendersi. La lettera a Liliana Segre, inoltre, è stata ripresa dal profilo di una signora avvezza alla condivisione di bufale, disinformazione e contenuti acchiappalike, e come nel caso di G.Y.K. non interviene nei commenti.

Ciò che molti hanno notato è che la lettera dell’ebreo contro Liliana Segre non ha fonti, bensì è comparsa sui social e da quel momento viene condivisa compulsivamente, sebbene il contenuto sia un concentrato di luoghi comuni e benaltrismo. Nessuna fonte, dunque, nemmeno tra le testate ufficiali e tanto meno sul profilo del diretto interessato.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News