La leggenda del bonus Natale 2020 INPS per famiglie disagiate con figli: bufala sulla domanda

di Redazione Bufale |

Bonus Natale 2020
La leggenda del bonus Natale 2020 INPS per famiglie disagiate con figli: bufala sulla domanda Bufale.net

Dopo diverse segnalazioni ricevute in questi giorni, dobbiamo purtroppo confermarvi che la storia del bonus Natale 2020 da INPS, destinato a famiglie disagiate con figli, sia in tutto e per tutto una bufala. In questi mesi abbiamo seguito soprattutto le polemiche relative al bonus per le Partite IVA, in alcuni casi finiti anche nelle tasche di politici che proprio non ne avevano bisogno. Molte testate, secondo una breve ricerca che abbiamo fatto poco fa, purtroppo ci sono cascate, alimentando un’illusione che al momento non ha ragione di esistere.

Non c’è alcuna domanda sul bonus Natale 2020 INPS

Si tratta di un post che ha preso piede soprattutto su Facebook nei giorni scorsi e che, superficialmente, è stato ripreso da alcuni siti, convinti evidentemente che si trattasse di una notizia vera. Eppure, dando uno sguardo alle varie misure che sono state ufficializzate negli ultimi mesi dopo la crisi dovuta alla pandemia, non si trova alcun riscontro ufficiale in merito all’erogazione del leggendario bonus Natale 2020.

Recandosi sul sito dell’INPS, non a caso, non troverete alcuna domanda di questo tipo. Le indiscrezioni parlano di una richiesta da effettuare all’ente entro il prossimo 20 dicembre, a patto che il proprio ISEE non superi la soglia dei 25.000 euro. Ancora, il bonus Natale 2020 sarebbe destinato a coloro che si ritrovano in un nucleo famigliare con bambini che non superano i 3 anni e che, al contempo, frequentano un asilo nido. Il termine “famiglie disagiate” si riferisce proprio alla questione ISEE e reddito.

Secondo La Stampa ed altre fonti che hanno analizzato la vicenda, dopo l’annuncio del bonus Natale 2020 da parte di INPS, il sito dell’ente sarebbe andato addirittura in tilt. Questo, a causa degli utenti alla ricerca di conferme e soprattutto della domanda da inviare entro la scadenza riportata poco fa. Purtroppo, non possiamo fare altro che confermarvi la bufala del giorno qui in Italia.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News