La foto del dito medio di Pia Klemp a Salvini è vera, ma è del 2019 e il pugno alzato non era per lui

di Luca Mastinu |

La foto del dito medio di Pia Klemp a Salvini è vera, ma è del 2019 e il pugno alzato non era per lui Bufale.net

La foto del dito medio di Pia Klemp a Salvini sta circolando nuovamente in questi giorni e in queste ore, caldeggiata dalle notizie sul suo comando della nave “Louise Michel” finanziata dall’artista Banksy per il soccorso dei migranti in mare. Troviamo il nome di Pia Klemp tra gli argomenti della settimana in quanto la capitana si trova nelle acque del Mediterraneo per missioni di salvataggio.

La foto che mostra il dito medio di Pia Klemp a Salvini è stata pubblicata ieri, 1 settembre, sulla pagina Facebook ufficiale della Lega.

“Qual è il tuo messaggio a Salvini?”, e Pia Klemp mostra prima il dito medio e poi il pugno sinistro alzato. La fonte, tuttavia, è riportata nella parte superiore del meme pubblicata dalla Lega. Si tratta del magazine tedesco Süddeutsche Zeitung. 

La foto è del 2019 e il pugno alzato non era per Salvini

Le foto pubblicate dalla Lega sono state prelevate dal magazine Süddeutsche Zeitung e troviamo conferma in questo articolo pubblicato il 12 settembre 2019 per la rubrica Non dire nienteLa rubrica “gioca” con gli intervistati i quali vengono sfidati a rispondere alle domande senza parlare, ma solo con i gesti. Troviamo l’archivio completo a questo indirizzo.

L’articolo, infatti, presentava una galleria di 11 immagini in bianco e nero scattate dalla fotografa Julia Sellmann con le domande in didascalia. La stessa fotografa ha altri scatti di Pia Klemp nel suo portfolio.

Alla domanda: “Il tuo messaggio a Matteo Salvini?” Pia Klemp aveva risposto con un dito medio. Il pugno alzato, però, rispondeva alla domanda: “Che mi dici di Carola Rackete?”.

Il pugno alzato era dunque un gesto di solidarietà a Carola Rackete di cui ci siamo occupati in tantissimi articoli.

Perché il dito medio a Salvini?

Il dito medio di Pia Klemp a Salvini trova contesto nel giugno 2019 quando, mentre capitanava la Iuventa, fu indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina per le missioni del 2017, anno in cui la nave fu sequestrata. Per sostenere la sua causa si era mobilitata anche Amnesty International con un appello all’indirizzo del Procuratore di Trapani. La stessa Klemp aveva riferito alla stampa tedesca che rischiava fino a 20 anni di carcere.

Il dito medio di Pia Klemp a Salvini era una risposta alle indagini a suo carico per le quali rischiava la condanna in Italia nel periodo in cui il leader della Lega era Ministro dell’Interno e in cui si parlava tanto di Carola Rackete a colpi di tweet e meme.

Oggi la Klemp è ancora indagata ma è di nuovo in mare e Giorgia Meloni l’ha citata in un post per la sua affermazione: “Il salvataggio in mare non è un’azione umanitaria, ma è parte della lotta antifascista”.

“Perché precisazioni”?

Parliamo di precisazioni perché mostrare oggi una foto dell’anno scorso potrebbe far credere al lettore che si tratti di uno scatto attuale, dunque un gesto di spavalderia di Pia Klemp dal momento che ha ripreso a navigare nonostante le indagini: il pugno alzato, inoltre, non è rivolto a Salvini ma è un saluto a Carola Rackete.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News