La fake news del “Protocollo COVID” che impedisce di ritirare i propri figli – smentita dal ministero

di Shadow Ranger |

La fake news del “Protocollo COVID” che impedisce di ritirare i propri figli – smentita dal ministero Bufale.net

Ricorderete tutti la  fake news del “Protocollo COVID” .

Ne abbiamo seguito tutte le iterazioni: quando i nostri amici complottisti scoprirono una bozza subito cancellata di una estemporanea (e ritirata) iniziativa di un singolo istituto.

Quando la stessa fu trasformata nel solito video infarcito di loghi ministeriali chiamato Scuola Agghiacciante.

E quando l’ultima iterazione della fake news del “Protocollo COVID” che impedisce di ritirare i propri figli si incartò in una grottesca catena di S. Antonio.

Se a volte il fulmine colpisce anche due volte, può capitare che una bufala colpisca quattro volte di fila, e non è con piacere che arriviamo primi.

Ma con l’infinita tristezza di chi sa che combattere l’infodemia è una dolorosa e necessaria fatica di Sisifo.

E dopo giorni di nostro lavoro, anche il Ministero decide di scendere in campo. Sperando per spazzare via le nubi della fake news.

Sta purtroppo girando una grave fake news su cosa accade quando si deve gestire un alunno che, all’interno dell’istituto scolastico, mostra sintomi compatibili con l’infezione da Covid-19. Si arriva a sostenere che ai genitori non sarà permesso prelevare i propri figli e che questi saranno affidati all’autorità sanitaria. Niente di più falso, ovviamente. Il Protocollo di sicurezza prevede invece che si debba provvedere quanto prima possibile “al ritorno al proprio domicilio” e ad attivare i necessari protocolli sanitari per la sicurezza di tutti.

Qui trovate il documento ufficiale ▶️ www.miur.gov.it/…/Pro…/292ee17f-75cd-3f43-82e0-373d69ece80f…

Vi ricordiamo che sul sito del Ministero dell’Istruzione c’è un’apposita sezione con tutte le informazioni, i documenti ufficiali, le risposte alle domande principali per il rientro a scuola.
Eccola ▶️ https://www.istruzione.it/rientriamoascuola/

Siete quindi pregati di far riferimento al sito della Pubblica Istruzione, perché far riferimento a mia cugina che mi manda le notizie, ma è fidata perché è brava persona non vi aiuterà ad evitare le conseguenze del vostro gesto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News