“L’Umbria vota Lega”, ma il manifesto è affisso ad Urbino (Marche): tra epic fail e chiarimenti

di Redazione |

Urbino

Sta facendo chiacchierare moltissimo in queste ore il manifesto che porta con sé il messaggio “L’Umbria vota Lega“, con alcune segnalazioni che evidenziano come in realtà lo stesso sia stato affisso ad Urbino, nelle Marche. Si torna dunque a parlare delle elezioni europee 2019, con tornata elettorale prevista il prossimo 26 maggio, dopo le ultime notizie che vi abbiamo fornito a proposito dei sondaggi. Cosa sappiamo a proposito del manifesto in questione? Cerchiamo di fare chiarezza una volta per tutte.

Partiamo dal presupposto che, se esiste un errore, questo non è “di stampa”. Il motivo sta nel fatto che nel manifesto della Lega segnalato ad Urbino possiamo osservare nella foto Salvini insieme alla candidata Francesca Peppucci, nonostante l’immagine originale oscuri il nome di quest’ultima. Il post in cui viene segnalato il presunto “epic fail” è stato pubblicato su Facebook da Anna Rita Leonardi del PD, ma effettivamente qualcuno tra i commenti fa notare delle incongruenze.

In primo luogo, è possibile constatare, facendo un giro sui motori di ricerca, che la ragazza sia effettivamente candidata con la Lega in Umbria, precisamente a Todi. Per questo motivo, come accennato in precedenza, l’eventuale errore non può essere considerato di stampa. Quanto alla location dell’affissione, viene appunto contestato il fatto che si vedi come l’Umbria voti Lega, secondo il messaggio di propaganda del manifesto, annunciandolo però ad Urbino, che al contrario si trova nelle Marche.

Al momento della pubblicazione della nostra prima analisi su questa storia, non abbiamo prove sufficienti per affermare che effettivamente il manifesto della Lega apparso in foto si trovi realmente ad Urbino. Non ci sono altre fonti disponibili per confermare la tesi, così come il muro che fa da sfondo allo stesso manifesto certo non può aiutarci a fornirvi la verità assoluta su questa storia. Prendiamo atto dunque delle segnalazioni, restando aperti ad eventuali aggiornamenti della nostra “analisi in corso” qualora dovessimo entrare in possesso di ulteriore materiale.

Latest News