Jovanotti dice basta alle polemiche con la prima drastica decisione su Twitter

di Redazione Bufale |

Jovanotti
Jovanotti dice basta alle polemiche con la prima drastica decisione su Twitter Bufale.net

Bisogna prendere in atto, in queste ore, della prima drastica decisione di Jovanotti, dopo le enormi polemiche che hanno fatto seguito al suo concerto, stando alle novità che possiamo individuare in queste ore sul suo profilo Twitter. In particolare, il cantante ha deciso di porre un freno agli attacchi che gli sono piovuti addosso non solo dagli ambientalisti, in riferimento alla storia che abbiamo trattato anche sul nostro sito un paio di giorni fa. Già, perché a criticarlo ora ci sono semplici utenti solitamente non impegnati in battaglie simili.

Cosa ha deciso Jovanotti per fronteggiare le polemiche su Twitter

In sostanza, come abbiamo indicato nel nostro titolo odierno, Jovanotti dice basta alle polemiche con la prima drastica decisione su Twitter. Un modo per evitare che si continui a gettare benzina sul fuoco, visti i danni all’ambiente innescati a quanto pare dall’evento organizzato dal suo staff. Nonostante nei giorni scorsi tutte le accuse e gli attacchi siano stati rispediti al mittente evidentemente il cantante, e chi ne segue la comunicazione sui social, ha ritenuto opportuno fare uno step più deciso.

Come si può notare all’interno del suo profilo Twitter questa mattina, gli unici utenti abilitati a commentare i suoi post sono quelli da lui seguiti o menzionati in questi anni. Una limitazione pesantissima, che costringe la stragrande maggioranza dei follower a non replicare ai suoi contenuti. Una scelta inusuale, visto che i personaggi famosi sono soliti incentivare i commenti del pubblico, ma vista la situazione che si è creata di recente, evidentemente è stato ritenuto il male minore in termini di Comunicazione.

Staremo a vedere quanto durerà questo provvedimento. Forse una settimana o due, viste le enormi polemiche che in questi giorni gravitano attorno a Jovanotti anche su Twitter. Di sicuro, qualcosa andava fatto per provare a placare gli animi. Il tempo ci dirà se sia stata la mossa giusta.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News