Jacobs è in ospedale per un virus intestinale, i “nessuna correlazione” insorgono

di Bufale.net Team |

Jacobs è in ospedale per un virus intestinale, i “nessuna correlazione” insorgono Bufale.net

Jacobs è in ospedale per un virus intestinale. L’oro olimpico e il suo fisioterapista sono ricoverati con la medesima sintomatologia. Quella che tutti i viaggiatori riconosceranno nel “Morbo/Maledizione di Montezuma”.

Una dissenteria grave e debilitante, causata da un virus intestinale, che prende il nome da una maledizione che l’antico sovrano azteco avrebbe lanciato agli invasori.

Più prosaicamente, un viaggiatore è maggiormente incline a contrarre virus o affezioni del tratto gastrointestinale, trovandosi sottoposto a cambi di fuso orario, dieta, clima, altitudine e condizioni di vita.

Il mistero sarebbe quindi risolto automaticamente, nevvero?

Non proprio, il popolo dei “Nessuna correlazione”, sempre a caccia di soggetti malati o meglio defunti per incolpare il vaccino, si è già lanciato sulla dissenteria di Jacob a capofitto.

Jacobs è in ospedale per un virus intestinale, i “nessuna correlazione” insorgono

Ovviamente, secondo la loro ricostruzione, è stato il vaccino, che ha miracolosamente contagiato anche il fisioterapista.

Ovviamente, la storia del virus gastrointestinale è una copertura dei Poteri Forti che noncielodikeno, controllano il mondo e l’informazione ma non impediscono al primo utente di Twitter di svelare il complotto.

Ancora più ovviamente, appare qualcuno a vaticinare conseguenze per i “tridosati”

Archiviati i tempi in cui i novax profetizzavano un mondo in cui tutti i tridosati sarebbero morti tra atroci sofferenze lasciandoli eredi del mondo e col compito di ripopolare la razza umana coi loro lombi, questi si accontentando di augurarci della diarrea.

Mandando a Jacobs i nostri migliori auguri di prontissima guarigione e scusandoci per tante illazioni social, non possiamo che dire “Meno male”.

Prima di continuare a controbattere le fake news di marca novax, prenderemo dell’imodium.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Il seguente articolo fa parte del progetto di FACT-CHECKING di Bufale e segue tutte le regole del fact-checking e della metodologia qui indicata. Per eventuali reclami potete contattarci al seguente indirizzo.

Latest News