Italiani terrapiattisti e negazionisti: i dati del rapporto Censis devono far riflettere

di Redazione Bufale |

rapporto Censis
Italiani terrapiattisti e negazionisti: i dati del rapporto Censis devono far riflettere Bufale.net

Sono state rese note alcune percentuali scaturite dal 55esimo rapporto Censis che dovrebbero farci riflettere, in merito alla presenza di terrapiattisti e negazionisti del Covid qui in Italia. Certo, non solo qui da noi qualcuno crede per davvero che la Terra sia piatta, come abbiamo avuto modo di osservare alcune settimane fa, a proposito della stella NBA Kyrie Irving. Di sicuro, siamo al cospetto di una percentuale più alta di quanto si possa immaginare, considerando l’assurdità di alcune teorie che circolano da anni sul web.

La percentuale di italiani terrapiattisti e negazionisti, stando ai dati del rapporto Censis

Quali sono le indicazioni venute a galla in queste ore dal rapporto Censis? Ci sono tre elementi sui quali vale la pena concentrarsi, che per forza di cose si intrecciano anche con il lavoro che abbiamo portato avanti in questi anni nel tentativo di smentire determinate fake news. Stiamo parlando non solo di terrapiattisti e negazionisti, ma anche di coloro secondo cui i vaccini sarebbero inutili. Proviamo a scendere maggiormente in dettagli arrivati a questo punto.

Ad esempio, il rapporto Censis ci dice che il 5,8% degli italiani rientri nella categoria dei terrapiattisti. Dunque, quasi un nostro connazionale su sedici pensa che effettivamente la Terra sia piatta. Ancora, secondo il 5,9% del campione intervistato, il Covid non sarebbe mai esistito. Dunque, anche quello dei negazionisti è un fronte che proprio non si riesce a convincere. La percentuale sale fino al 10,9%, esaminando coloro a detta dei quali i vaccini contro il Covid sarebbero inutili. C’è anche un 10% convinto che l’uomo non sia mai andato sulla Luna.

Insomma, tanti spunti con il nuovo rapporto Censis, andando decisamente oltre il dato che conferma la massiccia presenza di terrapiattisti e negazionisti in Italia a fine 2021. Inutile scendere troppo in profondità sulle cause di questo trend così negativo qui da noi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News