Ira Salvini per omaggio negato al Milite Ignoto il 2 giugno, ma nel 2013 non c’era nulla da festeggiare

di Redazione Bufale |

Milite Ignoto
Ira Salvini per omaggio negato al Milite Ignoto il 2 giugno, ma nel 2013 non c’era nulla da festeggiare Bufale.net

Senza ombra di dubbio un rapporto complicato quello di Matteo Salvini con il 2 giugno, una ricorrenza che nel 2020 lo doveva vedere impegnato a rendere omaggio al Milite Ignoto. A quanto pare, però, il permesso non gli è stato accordato e questo ha scatenato la sua ira sui social. Tanto è bastato per far tornare di moda alcune sue dichiarazioni che risalgono al 2013 e che abbiamo già evidenziato lo scorso anno, a proposito della concezione che l’ex Ministro dell’Interno ha di una giornata come questa per la storia del nostro Paese.

Salvini tra il Milite Ignoto e le dichiarazioni del 2 giugno 2013

Andiamo con ordine. Per chi non lo sapesse il Milite Ignoto è una figura fortemente rappresentativa per il mondo militare italiano. Si tratta di un soldato italiano che ha perso la vita sul campo, la cui identità ad oggi è ancora non nota a causa delle gravissime ferite riportate. Insomma, non è mai stato possibile riconoscere il corpo, dopo che è risultato morto nel corso della Prima guerra Mondiale. Successivamente è stato sepolto a Roma. Precisamente, si trova sotto la statua della dea Roma all’Altare della Patria al Vittoriano.

Ebbene, Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno chiesto di poter rendere omaggio al Milite Ignoto il 2 giugno 2020, ma evidentemente qualcosa è andato storto. La conferma, su Twitter, da parte del leader della Lega: “Apprendiamo dalla stampa che ci sarebbe stata negata l’autorizzazione a deporre una corona di fiori all’Altare della Patria il 2 giugno. Non si può neanche onorare la memoria ed il valore dei Militari italiani caduti per difendere la Patria? Alla faccia della democrazia“.

Immediate le polemiche, ma anche le accuse allo stesso Salvini per scarsa coerenza. Dopo aver avanzato la richiesta per omaggiare il Milite Ignoto, infatti, in molti hanno fatto notare che il 2 giugno 2013 avesse una concezione differente di questa ricorrenza. In effetti, il post è ancora online e lo potete esaminare sia tramite il link appena riportato, sia con la foto ad inizio articolo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News