Inutile iniziativa di ‘Basta Dittatura’ per boicottare Scanzi e Ryanair che chiede il green pass

di Redazione Bufale |

Basta Dittatura
Inutile iniziativa di ‘Basta Dittatura’ per boicottare Scanzi e Ryanair che chiede il green pass Bufale.net

Arrivano ancora novità per quanto concerne la nota chat Telegram ‘Basta Dittatura’, con oltre 40.000 iscritti e spesso caratterizzata da messaggi deliranti. Ai limiti del legale. Già, perché non ci si limita ad organizzare proteste pacifiche e legali, che tra l’altro stanno fallendo costantemente per presenze nelle piazze. L’inconsistenza palese, sotto questo punto di vista, è “arricchita” dalle continue violazioni di privacy, che spesso affiancano minacce più o meno velate per tutti coloro che vengono citati.

‘Basta Dittatura’ ora vuole boicottare Scanzi e Ryanair

E così, dopo aver preso atto dell’iniziativa della Procura di Torino, intenzionata a far chiudere la chat ‘Basta Dittatura’, con tanto di comunicazione ufficiale inviata a Telegram (ne abbiamo parlato nella giornata di ieri), tocca concentrarsi su un altro capitolo. Da un lato lo sfogo dell’admin contro Scanzi, seguito a ruota da altri commenti, dall’altro la volontà di boicottare Ryanairs, che ovviamente si è adeguata alle disposizioni attuali richiedendo il green pass:

AZIONE COLLETTIVA: Ryanair fa propaganda al passaporto schiavitù e dice che con esso si viaggerà più facilmente. Abbiamo fatto un lavoro immenso per voi per trovare i contatti dei vertici della Ryanair. Adesso inondateli di messaggi per fermare il passaporto schiavitù e test covid per poter volare. Così loro faranno pressioni sui governi!

Ditegli che se richiederanno pass schiavitù e test negativo per viaggiare, non comprerete più i loro biglietti. Scrivete preferibilmente in inglese, usate il traduttore. Mettete tutte le email solo come destinatari diretti, non CC o BCC“.

Inutile dire che iniziative del genere contro Scanzi e Ryanair siano del tutto inutili, ma anche oggi 7 settembre dobbiamo prendere atto di un modus operandi sempre più preoccupante, per certi versi, da parte di ‘Basta Dittatura’. Vedremo se Telegram riterrà opportuno intervenire dopo il messaggio ricevuto nelle ultime ore direttamente dalla Procura di Torino.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News