INPS per la famiglia: la reale pagina e la pagina troll

di Shadow Ranger |

Molteplici sono state le segnalazioni delle blastate della pagina INPS per la famiglia, e molte di esse sono state effetivamente autentiche come avrete notato dal nostro articolo lanciato nella notte.

Alcuni post, come le spasmodiche richieste di smetterla di accavallarsi e rissare nei commenti, vengono effettivamente dalla pagina INPS per le famiglie

Esempio di richiesta della pagina ufficiale
Esempio di richiesta della pagina ufficiale

Come l’ormai virale bacchettata contro gli utenti giocosamente accusati di avere le competenze necessarie per avere un account Facebook ma non per accedere al portale dei servizi INPS, oppure l’invito a buona parte dell’utenza a smettere di autoaccusarsi di lavorare in nero o mettere in cantiere altri mezzucci per essere “certi” di ottenere il desiderato emolumento, non sempre di comprovata legalità

Un esempio di risposta
Un esempio di risposta

Ma come ha scoperto recentemente la nostra pagina collega ed amica BUTAC non tutte le risposte sono farina del sacco di amministratori stressati, oberati di lavoro ma quantomeno non privati dell’autoironia.

Si sono inserite nel gioco una serie di pagine bufala, che appaiono e scompaiono, pronte a dare risposte oltraggiose, a tratti picaresche e comiche.

BUTAC ne censisce una, chiamata INPS per le famiglie, al plurale

Invitiamo chi non è soddisfatto dell’attuale remunerazione del reddito di cittadinanza, a non praticare parassitismo economico ma a trovare una vera occupazione produttiva
Invitiamo chi non è soddisfatto dell’attuale remunerazione del reddito di cittadinanza, a non praticare parassitismo economico ma a trovare una vera occupazione produttiva

E noi abbiamo invenuto una giocosa risposta a chi chiede come diventare admin della pagina più frequentata della scorsa nottata

"No fra è peggio che pulire i cessi"
“No fra è peggio che pulire i cessi”

Ma abbiamo anche una seconda pagina clone, INPS per la famiglia (ma con spazi) che nasce e muore dedicando un pensiero al Vicepremier Di Maio, il cui Contratto di Governo ha dato origine al RdC e al calvario di INPS per le famiglie. Pensiero, rigorosamente, espresso da un’esplosiva e spontanea bestemmia

La scomposta "reazione" all'arrivo del RdC
La scomposta “reazione” all’arrivo del RdC

Potrete sempre riconoscere la vera pagina INPS per la Famiglia dalla spunta grigia vicino al nome

"INPS per la Famiglia"
“INPS per la Famiglia”

E dal tooltip, ottenuto trattenendo il mouse sul nome di chi scrive il commento di turno, riportante un elevato numero di utenti ed i dati della pagina reale

Il Tooltip di INPS per la Famiglia
Il Tooltip di INPS per la Famiglia

Il vero portale, peraltro, si è recentemente scusato per il momento di scoramento

Ma direi, date le premesse, che non è impossibile il perdono, no?

Latest News