Ingiustificabili insulti a Silvia Romano: lei dice basta e invia le foto delle offese agli investigatori

di Redazione Bufale |

Insulti a Silvia Romano
Ingiustificabili insulti a Silvia Romano: lei dice basta e invia le foto delle offese agli investigatori Bufale.net

Ci sono conferme sul fatto che in questi giorni siano arrivati anche privatamente insulti a Silvia Romano. Dopo le numerose fake news che abbiamo preso in esame in questi giorni a proposito della giovane ragazza milanese, da pochi giorni tornata in Italia dopo il sequestro di oltre un anno e mezzo, tocca analizzare un’altra questione che paradossalmente rappresenta una buona notizia. Le offese arrivata alla diretta interessata, anche privatamente, a quanto pare sono state così eccessive da indurla ad interagire coi Ros.

In tanti si sono chiesti per quale motivo la sua lettera pubblica postata in mattinata non fosse visibile a tutti. La verità è che gli insulti a Silvia Romano l’hanno spinta a rendere il suo profilo raggiungibile solo per gli amici. Ne abbiamo parlato con un articolo specifico, considerando il fatto che in molti credevano ad un post fake. A quanto pare, però, l’atteggiamento di alcuni italiani, fatto di odio ed offese verso l’ex prigioniera, avrà degli effetti concreti e soprattutto delle conseguenze dirette per chi proprio non ne vuole sapere di imparare ad utilizzare i social.

Gli insulti a Silvia Romano avranno delle conseguenze: intervengono i Ros

Come riporta TNI, infatti, è stata proprio la ragazza ad inviare gli screenshot degli insulti subiti ai Ros. Si tratta di profili che, da alcune ore, vengono monitorati dagli investigatori della Procura, i quali hanno deciso pertanto di far partire le inevitabili indagini per minacce. Insomma, saranno giorni intensi, in cui potrebbe entrare in gioco anche la Polizia Postale e non si escludono azioni per coloro che si sono spinti oltre nello scrivere alla giovane milanese.

Gli insulti a Silvia Romano sono ingiustificati, ma se hanno indotto lei stessa a rivolgersi alla Procura, soprattutto dopo il lancio di cocci di bottiglia presso la sua abitazione a Milano nella giornata di ieri, evidentemente le offese hanno raggiunto livelli non più sostenibili.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News