Infermiera morta nel sonno, nessuna fonte sulla correlazione con il vaccino

di Bufale.net Team |

nessuna fonte infermiera morta nel sonno mask
Infermiera morta nel sonno, nessuna fonte sulla correlazione con il vaccino Bufale.net

Ha colpito duramente l’opinione pubblica la storia di Elisabeth Durazzo, l’infermiera morta nel sonno a 39 anni nella sua abitazione a Piedimonte San Germano (Frosinone). La notizia è arrivata in primo luogo dalle fonti locali. Frosinone Today scrive che la giovane donna, infermiera presso lo Spaziani del capoluogo ciociaro, è stata ritrovata priva di vita la mattina del 13 gennaio 2021 dai suoi famigliari che hanno allertato il 118, ma ormai era troppo tardi. Elisabeth non soffriva di alcuna patologia, dichiara la stampa.

I nostri contatti ci segnalano un post pubblicato da Verità e Libertà in cui gli admin danno per scontato che a cagionare la morte di Elisabeth Durazzo sia stato il vaccino.

Giovane #infermiera sana, appena #vaccinata, #muore nel sonno.
Il 13 gennaio 2021 nel sonno è morta #Elisabeth. Era sana, senza nessuna patologia pregressa.
Lascia un bambino piccolo ed il marito.
1. Viene assunta come infermiera all’ospedale Spaziani di Frosinone il 16 novembre 2020.
2. Viene vaccinata il 17 novembre (secondo giorno di lavoro) con il vaccino antinfluenzale.
3. Presumibilmente, il 29 dicembre riceve anche il vaccino per il COVID-19
4. Il 13 gennaio a 39 anni muore nel sonno.
5 disposta l’autopsia che certifica trattarsi di “morte naturale” (????) forse per arresto cardiaco.
6 nessuna menzione della correlazione tra i vaccini somministrati e la morte improvvisa.
7 nessun giornale cita le vaccinazioni appena fatte come possibile causa del decesso.
Questo è esattamente ciò che è accaduto in passato a tantissimi bambini, sportivi, ed adulti.
Questo è quello che accadrà a tantissime persone nei prossimi mesi.
Informatevi, andate a fondo, perché indietro non si torna.
Non si può morire così a 39 anni!

Nessuna prova sulla correlazione con il vaccino

Gli autori di Libertà e Verità puntano dritto sul vaccino e stabiliscono che questo sia la causa della morte di Elisabeth Durazzo. L’unica possibile prova del fatto che l’infermiera morta nel sonno avesse ricevuto il vaccino anti Covid-19 – come indicano gli autori – è questo articolo in cui viene riportata la notizia del V-Day allo Spaziani di Frosinone.

Gli organi di stampa che hanno riportato la notizia – FanpageFrosinone TodayTodayCiociaria Oggi e il portale di informazione sanitaria Assocare News – non fanno alcuna menzione del vaccino. Scrivono, piuttosto, che il medico legale ha stabilito che la morte sia avvenuta per cause naturali. Nessuna menzione al vaccino, nemmeno a quello anti influenzale cui fanno riferimento gli autori di Libertà e Verità e che l’infermiera avrebbe ricevuto il 17 novembre.

Nessuna fonte

La tragedia di Elisabeth Durazzo è dunque ora un topic condiviso negli ambienti social dei no vax che con una certa convinzione sostengono che l’infermiera morta nel sonno a causa di un malore improvviso sia stata uccisa, in realtà, dal vaccino anti Covid, eppure non hanno fonti per dimostrarlo.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News