Immancabile bufala su significato ed origine Black Friday legata a vendita di schiavi neri

di Redazione Bufale |

origini Black Friday
Immancabile bufala su significato ed origine Black Friday legata a vendita di schiavi neri Bufale.net

Ogni anno, un appuntamento fisso in merito all’origine Black Friday, considerando il fatto che puntualmente c’è chi mette in giro strane voci sul significato di questa ricorrenza dedicata alla scontistica, legata alla vendita di schiavi neri. Avete presenti quelle persone che devono sempre alimentare la voce fuori dal coro? Ebbene sì, anche quest’anno toccherà fronteggiare tali soggetti, convinti che voi amanti degli sconti di fine novembre non siate altri che dei superficiali, pronti a sfruttare un appuntamento che a loro modo di vedere ha presupposti differenti da quello che si pensi.

Un bel chiarimento sull’origine Black Friday: nessuna vendita di schiavi neri

Per farvela breve, come avvenuto un anno fa sulle nostre pagine, tocca smentire la voce secondo cui l’origine Black Friday coincida coi saldi messi a disposizione di coloro che negli Stati Uniti erano soliti acquistare schiavi neri. Nulla di tutto questo, ed un contributo interessante in questo senso ci viene offerto da Focus. Fondamentalmente, il significato di questa festa deve tenere in considerazione due aspetti come potremo approfondire anche oggi 29 novembre.

In primo luogo, il periodo in cui ha luogo il Black Friday è sempre fine novembre, in quanto negli Stati Uniti è questo il momento dell’anno in cui c’è un fuoritutto generale, con la vecchia merce che deve far spazio alla nuova. In vista delle festività natalizie e dei nuovi boom per le vendite. Tutto coincide con la Festa del Ringraziamento, fissata appunto l’ultimo giovedì di questo mese, con cui consumatori e commercianti si proiettano ufficialmente verso Natale.

Quanto all’origine Black Friday dal punto di vista cromatico, la spiegazione non risiede in questioni sociologiche. Il nero era l’inchiostro utilizzato negli anni ’60 per la contabilità attiva, mentre il rosso si usava per quella passiva. Essendo giornata di saldi, chiaramente era ed è ancora oggi dominante la prima matrice. E così si spiega anche la connotazione “nera” di questa giornata. Tutto chiaro adesso?

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News