Il virgolettato attribuito a Conte contro Salvini dal Fatto Quotidiano: “Irresponsabile, ignorante e codardo”

di Luca Mastinu |

La copertina de Il Fatto Quotidiano pubblicata stamattina sulla pagina Facebook di Marco Travaglio presenta un virgolettato attribuito a Giuseppe Conte, che all’indirizzo di Matteo Salvini avrebbe usato tre parole oltremodo colorite: “Irresponsabile, ignorante e codardo”.

All’indomani dell’intervento di Giuseppe Conte in Senato si tirano le somme, e il discorso del Capo del Governo uscente viene ricordato per la sua invettiva contro il vicepremier Matteo Salvini, al quale Conte ha dedicato buona parte della sua oratoria. La prima pagina de Il Fatto Quotidiano fa un focus proprio su quel momento in cui il premier si è rivolto direttamente al Ministro dell’Interno.

L’intervento di Giuseppe Conte è fruibile a tutti su YouTube:

A chiunque abbia seguito, ascoltato e visionato il discorso di Giuseppe Conte è chiaro che il virgolettato attribuitogli da Il Fatto Quotidiano non è esatto, e per facilitare la ricerca senza dilungarsi è sufficiente leggere la trascrizione integrale riportata da Fanpage e TPI NewsConte ha usato la parola “irresponsabile” in due occasioni:

Questa crisi arriva in un momento delicato di interlocuzione con le istituzioni europee, si stanno concludendo le trattative per la nomina dei commissari. L’Italia corre il rischio di partecipare alla trattativa in condizioni di difficoltà. È quindi irresponsabile aprire ora una crisi di governo, il vicepremier ha mostrato di seguire interessi personali e di partito. Credo sia legittimo mirare al consenso elettorale ma affinché un sistema democratico possa funzionare ogni partito è chiamato alla mediazione, filtrando gli interessi di parte alla luce degli interessi generali. Se si guarda solo agli interessi di parte si tradisce la vocazione nobile della politica e si tradisce anche l’interesse nazionale.

[…]

Quando si ricoprono incarichi istituzionali sottoscrivendo un contratto di governo, si assumono doveri e responsabilità nei confronti dello Stato e dei cittadini, che non si possono sospendere al primo momento utile. Far votare i cittadini è l’essenza della democrazia, sollecitarli a votare ogni anno è irresponsabile. Le scelte compiute, i comportamenti degli ultimi giorni del ministro dell’Interno rivelano scarsa sensibilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale.

In nessun momento Conte ha usato le parole “codardo” e “ignorante”, e come fanno notare i lettori de Il Fatto Quotidiano il virgolettato è un’interpretazione redazionale dell’attacco del premier uscente al Ministro dell’Interno, che lo ha toccato sui temi della Russia e della cultura politica che dovrebbe essere la priorità di chi ricopre una carica pubblica:

Le scelte compiute, i comportamenti degli ultimi giorni del ministro dell’Interno rivelano scarsa sensibilità istituzionale e grave carenza di cultura costituzionale.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News