Il video che indica il COVID-19 come una “fake di Stato”: tra complottismo sulle mascherine e disinformazione

di Luca Mastinu |

Il video che indica il COVID-19 come una “fake di Stato”: tra complottismo sulle mascherine e disinformazione Bufale.net

Un video YouTube parla del COVID-19 come di una fake di Stato per la quale i medici avrebbero chiesto i danni a Giuseppe Conte. Il video è stato pubblicato dal canale Dentro La Notizia e, oltre alla presentazione di una voce narrante, si avvale della partecipazione di due personaggi oltremodo noti al pubblico complottista, soprattutto per l’insuccesso delle loro teorie.

Il titolo del video parla di “bufala svelata di epidemia e mascherine”, con una sottile negazione dell’esistenza della pandemia (non epidemia, pandemia, gli autori correggano almeno il titolo) che in realtà sarebbe stata inventata dai potenti – Conte, nel caso dell’Italia – per spaventare e controllare le masse.

Le fonti di “Dentro la notizia”

Il video inizia con alcune considerazioni sull’ossigeno ozono terapia per la quale vi rimandiamo a questo approfondimento del Ministero della Salute e a questo articolo dell’Istituto Superiore della Sanità. In seguito la voce fuori campo indica due personaggi ai quali affida l’oggetto del discorso, ovvero un farmacista e un medico specializzato in odontostomatologia e medicina dello sport.

a) Il farmacista

Il farmacista, che si presenta con nome e cognome, dichiara di accusare sintomi da infiammazione tracheo-bronchiale ogni volta che indossa la mascherina, dunque nei giorni in cui è di turno al lavoro, e di non accusare alcun sintomo nel fine settimana che corrisponde ai giorni in cui non lavora. Il video era stato ripreso da altre testate nazionali senza approfondimenti e di conseguenza da tanti siti di contenuti acchiappaclick senza tuttavia offrire più dettagli.

Anche nel video originale, che dura appena 38 secondi, il farmacista lamenta i sintomi e chiude il filmato. Il suo video è particolarmente condiviso da coloro che sostengono la pericolosità della mascherina, argomento che abbiamo trattato in tre occasioni:

  • La bufala del COVID-19 tra le fibre della mascherina, in questo articolo;
  • La disinformazione sull’anidride carbonica inalata per colpa delle mascherine, in questo articolo;
  • L’uso più moderato delle mascherine in Svizzera, in un video che riassumeva i due punti precedenti, in questo articolo.

b) Il medico

“Il Coronavirus è una ca**ta pazzesca, è irreale, è una situazione kafkiana, il re è nudo. A livello politico hanno creato una fake news mondiale. Il Coronavirus è un virus ubiquitario, lo abbiamo già tutti. Abbiamo batteri senza i quali siamo morti e abbiamo virus senza i quali siamo morti”. Con queste parole il medico argomenta la sua tesi sulla pandemia inesistente e parla di pazienti morti negli ospedali proprio a causa dell’intubazione, uccisi da medici “che hanno creduto a una fake news”.

Il medico fa anche riferimento a vaccini estremamente dannosi a differenza di un vaccino omeopatico da lui prodotto che invece conteneva soltanto il necessario per immunizzare i pazienti. Ancora, il medico collega il laboratorio di Wuhan alla Fondazione di Bill Gates con lo zampino dell’OMS che definisce “associazione delinquenziale”.

Non manca il riferimento a Giuseppe Conte, “avvocatino che emana decretini” solamente per rispondere all’imposizione della paura di una pandemia inesistente. Non manca, inoltre, l’ennesimo riferimento – ancora – a Bill Gates che avrebbe ricevuto una denuncia in India per l’ennesima causa sui vaccini, ma come avevamo riportato in un precedente articolo la notizia, come ricorda Snopes, è una bufala.

Questo medico è inoltre autore di pubblicazioni sulla medicina naturale, e spesso viene citato nei portali a trazione olistica.

È evidente, dunque, che un video in cui si vuole sostenere una teoria sull’inesistenza della pandemia ma che si serve di bufale già smentitedisinformazione già smascherata non può che ritenersi un contenuto adatto solamente ai complottisti, che anche in questo video insistono su argomenti già trattati.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News