Il sindaco di Arzachena replica a Briatore: «L’ordinanza tutela anche la salute degli anziani come lei»

di Bufale.net Team |

Il sindaco di Arzachena replica a Briatore: «L’ordinanza tutela anche la salute degli anziani come lei» Bufale.net

Il dibattito politico ai tempi del Coronavirus è una funzione di quello precedente, non illudiamoci.

Nel leggere il sindaco di Arzachena replica a Briatore, ci chiediamo due cose fondamentalmente. Perché i nostri lettori debbano segnalarci qualcosa che non richiede fact checking, e soprattutto perché non possa esistere dibattito che non muti in uno scontro.

Chi vi scrive sarà un nostalgico, ma c’è stato un tempo nella storia della Repubblica, un tempo austero ma apprezzabile in cui i toni non erano esasperati, e il pubblico a casa non diventava tifoseria. So già che questo articolo scontenterà molti, anzi tutti.

Perché il dibattito politico ormai è tifoseria: avremo Briatoristi sulle barricate pronti ad accusarci di non essere stati duri contro il sindaco Ragnedda, e Ragneddisti pronti ad accusarci di ogni infamia, ad urlarci che questo articolo è una difesa di Briatore.

Ma questo articolo non difende nessuno: ricorderemo per sempre i tempi in cui su Tribuna Politica, in bianco e nero, nessuno alzava la voce, nessuno cercava il colpo sotto la cintola o il blast.

Tribune politiche Rai
Tribune politiche Rai

Erano tempi in cui il pubblico a casa, vedendo persone in giacca e cravatta come invitati ad una cena di classe, e con modi acconci, si adeguava.

A casa, assorbiva le informazioni e si creava idee, valutando e meditando quale posizione accettare. Quale gli fosse presentata come più accettabile e logica.

E nessuno, nessuno avrebbe mai accettato titoli come

+++ TIZIO DISTRUGGE CAIO: CLICCA QUI +++

+++ CAIO ASFALTA SEMPRONIO: FATECI SAPERE COSA NE PENSATE!!!!! +++

Cosa abbiamo qui ora?

Da un lato Briatore che proprio non riesce ad esimersi dalla cultura del Blast

“L’ordinanza mette in ginocchio l’economia della Costa Smeralda, lo ha fatto senza confrontarsi con le parti sociali. Questo è un altro grillino contro il turismo. A me spiace per i nostri clienti, eravamo pieni fino a fine mese. Ci sono dipendenti che hanno preso case, abbiamo pagato serate, abbiamo portato calciatori… cosa è una vendetta? Non capisco cosa sia. Chiedo scusa ai nostri dipendenti per essere amministrati da sindaci così… non si fa il sindaco così”. Poi conclude: “Piange il cuore vedere un’economia trucidata così da gente che non ha mai fatto un cazzo nella vita”

Dall’altro il Sindaco che replica con toni non meno infuocati, e senza esimersi anche lui dal Blast diventato necessità

«Sentendo Briatore pensavo fosse una parodia di Crozza, invece no – dice Ragnedda in un video su Facebook – sono dalla parte degli imprenditori ma è necessario rispettare le regole». Poi l’affondo: «Avrei voluto confrontarmi di persona con Briatore ma ha preferito andare a Montecarlo. L’ordinanza serve a tutelare la salute, soprattutto di quelli più anziani come lei».

Aveva bisogno Briatore di apostrofare l’avversario come “qualcuno che non ha fatto un ca**o nella vita?”

Nelle Tribune Politiche di un tempo nessuno lo avrebbe fatto.

Aveva bisogno il sindaco di buttarla sull’età di Briatore per dargli, sostanzialmente, del vecchio?

Nelle Tribune Politiche di un tempo nessuno lo avrebbe fatto.

E forse, dovremmo recuperare il sapere di quei tempi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News