Il quotidiano spagnolo ABC: «Il Venezuela di Chavez finanziò il M5S con 3 milioni e mezzo di euro»

di Bufale.net Team |

Il quotidiano spagnolo ABC: «Il Venezuela di Chavez finanziò il M5S con 3 milioni e mezzo di euro» Bufale.net

Una indiscrezione pesante come un macigno cala sulla scena politica. Il quotidiano spagnolo ABC: «Il Venezuela di Chavez finanziò il M5S con 3 milioni e mezzo di euro», titola infatti Leggo riportando un articolo di ABC.

Una traduzione del brano di ABC recita

Nicolás Maduro ha dato la sua autorizzazione nel 2010 a inviare una valigia contenente 3,5 milioni di euro al Consolato Venezuelano di Milano per finanziare in nero il movimento a 5 stelle, un partito nato nell’ottobre 2009 come formazione apartitica in Italia e che ora governa nel paese transalpino. Ciò sembra dimostrato nei documenti classificati come segreti della direzione generale dell’intelligence militare del paese caraibico a cui ABC ha avuto accesso. L’attuale capo dell’esecutivo Caracas era allora ministro degli Esteri.

Il console della delegazione diplomatica venezuelana a Milano, Gian Carlo di Martino, ha agito da intermediario affinché il destinatario finale, Gianroberto Casaleggio ha ricevuto i soldi in contanti.

Offrendo come pistola fumante la scansione di un documento

Il quotidiano spagnolo ABC: «Il Venezuela di Chavez finanziò il M5S con 3 milioni e mezzo di euro»
Il quotidiano spagnolo ABC: «Il Venezuela di Chavez finanziò il M5S con 3 milioni e mezzo di euro»

La nota si traduce in:

Ho l’onore di contattarvi all’occasione per informarvi della situazione nella Repubblica italiana, come denunciata dall’addetto militare venezuelano in quel paese.
In relazione alla raccomandazione del nostro funzionario nell’addetto militare, sull’opportunità di indagare sull’origine di una valigia contenente contanti in euro inviata al console della Repubblica Bolivariana del Venezuela a Milano.
Si è appreso che una valigia con 3,5 milioni di euro in contanti è stata effettivamente inviata, somma proveniente dalle spese segrete del paese, amministrate dal Ministro dell’Interno cittadino, Tarek el Aissami, approvato e autorizzato dal cittadino Cancelliere Nicolas Maduro. L’invio fu effettuato modo sicuro e segreto attraverso la borsa diplomatica, e il destinatario del denaro nella sua interezza fu un cittadino italiano di nome Gianroberto Casaleggio,  il promotore di un movimento rivoluzionario di sinistra e anticapitalista nella Repubblica italiana.
Sono state impartite istruzioni verbali al nostro funzionario in Italia, per continuare a non dare informativa sulla questione, che potrebbe diventare un problema diplomatico tra i due paesi.

Naturalmente, siamo i primi a dichiarare che chiunque può mettere un timbro su qualsiasi cosa, e, al momento non abbiamo elementi per avvalorare la veridicità e le implicazioni del documento.

L’articolo di ABC è ancora online, e i suoi effetti si dipaneranno in queste ore.

AGGIORNAMENTO: Come prevedibile, non basta un timbro per dimostrare che un documento sia vero:

“Si tratta di un’informazione falsa e assurda, adiremo le vie legali”. Con queste parole l’ambasciata del Venezuela a Roma, contattata dall’ANSA, smentisce il presunto finanziamento al Movimento 5 Stelle di cui parla oggi il quotidiano spagnolo Abc. La fonte dell’ambasciata riferisce tra l’altro che nel 2010 il M5s era appena nato ed era quindi “completamente sconosciuto in Venezuela” e che all’epoca il console venezuelano a Milano – da cui secondo la ricostruzione di Abc sarebbero passati i 3,5 milioni – era appena arrivato in sede.

La palla ora passa ai tribunali.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News