Il poster della sagra dei granelli pubblicato per far arrabbiare gli animalisti

di Bufale.net Team |

Il poster della sagra dei granelli pubblicato per far arrabbiare gli animalisti Bufale.net

Ci è stato più volte segnalato un poster della sagra dei granelli. Questo per essere precisi

Il poster della sagra dei granelli pubblicato per far arrabbiare gli animalisti
Il poster della sagra dei granelli pubblicato per far arrabbiare gli animalisti

Col 13 Agosto che si avvicina, abbiamo scoperto pochi riscontri. Se non nessuno.

La presunta “sagra dei granelli” non è riportata in alcuna raccolta di sagre locali. Il presunto DJ dal nome con assonanze falliche parimenti risulta irrintracciabile.

Le Pro Loco citate hanno una grammatica del tutto avariata. Un tentativo di scimmiottare un ipotetica versione della lingua sarda ricostruita a pro di un turista in vena di lazzi facili.

“Recuperamos sas traditziones” sarebbe infatti una grammatica Logudorese (codificata a differenza di altre varianti) più accettata e quell'”Ajò turisti” suona decisamente parodistico.

Per completare l’indagine, troviamo decisamente sospetto che una presunta Pro Loco Sarda utilizzi un poster evidentemente amatoriale composto di immagini stock gratuite i cui crediti appartengono alla fotografa svizzera Beatrice Hohl.

Una reale campagna promozionale avrebbe quantomeno usato fotografie locali.

Volutamente (riteniamo) sconcertante è la provenienza indicata dei “granelli”, derivati non dalla macellazione ma dalla castrazione, col consumo immediato dei testicoli di animale vivo e presente nella sagra.

Tutto questo fa pensare (cosa evidente dai commenti social alle condivisioni inoltrateci) ad una composizione creata all’apposito scopo di creare indignazione e condivisioni.

Cosa che in tema animalista comporta sovente un successo assicurato, basato sin troppo spesso sul mantra “In questo caso potrebbe anche non essere vero, ma condivido perché sono indignato e certe cose non dovrebbero accadere”.

Se le vie dell’inferno sono lastricate di buone intenzioni, le vie della fake news lo sono anche peggio, come dimostra il poster della sagra dei granelli pubblicato per far arrabbiare gli animalisti.

Oseremmo dire, con un certo risultato.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Il seguente articolo fa parte del progetto di FACT-CHECKING di Bufale e segue tutte le regole del fact-checking e della metodologia qui indicata. Per eventuali reclami potete contattarci al seguente indirizzo.

Latest News