Il ministro israeliano Yaakov Litzman è positivo al Coronavirus, ecco alcuni importanti aggiornamenti

di Redazione Bufale |

Fonte foto: Leggo
Il ministro israeliano Yaakov Litzman è positivo al Coronavirus, ecco alcuni importanti aggiornamenti Bufale.net

Oggi Lily Wakefield di PinkNews ha riferito che il Ministro della Salute israeliano, Yaakov Litzman, presunto protagonista di dichiarazioni secondo cui il Coronavirus sarebbe una punizione divina per l’omosessualità, sia risultato positivo al tampone sul COVID-19. La notizia è arrivata prontamente anche in Italia, al punto che sui social in molti hanno parlato di “karma”. In realtà, ci sono alcuni aspetti importanti che dobbiamo prendere in esame a proposito di questa vicenda, partendo dal presupposto che il ministro israeliano sia effettivamente infetto.

La verità sulle precedenti dichiarazioni di Yaakov Litzman

C’è un dettaglio cruciale da prendere in esame. A quanto pare, infatti, Yaakov Litzman non ha mai detto una cosa del genereL’articolo in questione è stato successivamente modificato per affermare che suo modo di vedere “tutte le persone LGBT+ siano peccatori”. E chiaramente il suono delle parole cambia drasticamente.

Per farvela breve, di recente ci sono state segnalazioni di dichiarazioni estreme e omofobe da parte di alcuni leader religiosi di diverse fedi riguardo al CoronavirusIl rabbino Litzman, tuttavia, non è tra questi. Inoltre, se il Ministro della Sanità israeliano avesse rilasciato una simile dichiarazione, avrebbe causato un tumulto in Israele, una società straordinariamente liberale e gay-friendly. Almeno per quanto riguarda Tel AvivUna storia di questo tipo avrebbe sicuramente fatto notizia sulla stampa israeliana, cosa che puntualmente non è avvenuta.

Morale della favola? Se da un lato è confermata la notizia che vede Yaakov Litzman positivo al Coronavirus, da un lato vanno precisate alcune sue dichiarazioni sugli omosessuali. Certo, non si parla di un loro sostenitore, ma il ministro israeliano non ha mai considerato il Covid-19 una punizione per loro ed è necessario che in Italia si sappia. Molte testate, anche qui da noi, hanno solo corretto il tiro dopo aver diffuso una fake news, ma senza ammettere l’errore commesso attraverso l’iniziale pubblicazione.

Riceviamo e riportiamo una nota da Gaynews:

In merito all’articolo del 7 aprile scorso che attribuiva al ministro israeliano Litzman una dichiarazione sul Coronavirus quale castigo divino per l’omosessualità, alcuni media hanno messo in dubbio la veridicità dei fatti. Queste le fonti principali noi menzionate Gaynews: il portale Patheos autorevole sito laico d’informazione religiosa, che adesso parla di notizia controversa (ma non falsa) e le affermazioni via twitter di Alfonso López Tena ex deputato del Parlamento catalano, affermato giurista e collaboratore, fra l’altro, del Jerusalem Post. La nostra posizione è la seguente: saremo lieti e disponibili a pubblicare una rettifica della notizia nel momento in cui la stessa pervenga dal diretto interessato o dal suo staff. Fino ad allora, riteniamo assolutamente improprio parlare di fake news.

https://www.patheos.com/blogs/progressivesecularhumanist/2020/04/israel-health-minister-who-called-covid-19-divine-punishment-tests-positive-for-virus/

https://twitter.com/alfonslopeztena/status/1246578704370802689?ref_src=twsrc%5Etfw

Il titolo originale “Il ministro israeliano Yaakov Litzman è positivo al Coronavirus, ma sono inventate le frasi sui gay” è stato quindi aggiornato per informare sull’aggiunta di queste informazioni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News