Il migrante con catena d’oro accanto a Richard Gere a Lampedusa: italiani esperti di metalli preziosi

di Redazione |

Richard Gere

Ci risiamo, è bastata una visita di Richard Gere a bordo di una Ong spagnola per far tornare di moda il tormentone dei migranti che, oltre a godere di buona salute, vivono una situazione economica tale da non rendere necessario il loro sbarco in Italia. Questione affrontata più e più volte sulle nostre pagine, come avrete notato attraverso uno degli ultimi contributi portati alla vostra attenzione, ma che evidentemente merita un ulteriore approfondimento oggi 10 agosto per far passare un concetto importante.

Sostanzialmente, da alcune ore a questa parte in tanti stanno ricondividendo la foto di Richard Gere a bordo della Open Arms insieme ad alcuni migranti. Tra questi, uno indossa una catena (d’oro?) che è diventata un vero e proprio tormentone. La strategia dei sovranisti è sempre la stessa: parlare di smartphone di ultima generazione e beni di lusso in possesso di questi ragazzi, così da evidenziare che i lager libici non siano in realtà quelli che ci vengono descritti dai Media. Ovviamente favorevoli allo sbarco di altri migranti.

 

E, come sempre, l’obiezione è sempre la stessa da parte di chi prova a fare informazione in modo corretto. In questo caso ci sarebbe da chiedersi una cosa molto semplice: “Siamo tutti esperti di metalli preziosi per affermare che quella catenina sia d’oro?“. Insomma, come si può attraverso un semplice scatto, tra le altre cose di qualità non eccelsa, risalire al materiale della catena indossata dal ragazzo? Improvvisamente, siamo tutti esperti di metalli preziosi? Il consiglio, dunque, è lo stesso di sempre: senza certezze assolute, sarebbe il caso di non alimentare inutili tensioni alimentando quella che potrebbe essere tranquillamente disinformazione.

Una foto e post decisamente acchiappalike, dopo l’apparizione di Richard Gere e Chef Rubio a bordo di Open Arms. Come evidenzia Repubblica, entrambi sono attivisti e sostenitori della missione di soccorso, ma oggi conta solo la presunta catena d’oro del migrante, senza avere prove a supporto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News