Il furgone bianco con finti veterinari rapisce cani nella Lunigiana, falsi testi per il Coronavirus. Siamo sicuri?

di Luca Mastinu |

Il furgone bianco con finti veterinari rapisce cani nella Lunigiana, falsi testi per il Coronavirus. Siamo sicuri? Bufale.net

I nostri contatti ci segnalano un post in cui si fa riferimento a un furgone bianco che si aggirerebbe tra Aulla (Massa Carrara) e per tutta la Lunigiana. Il mezzo sarebbe guidato da due persone ben vestite che si spacciano per personale veterinario. Il loro intento sarebbe quello di convincere i proprietari dei cani a eseguire il test per il Coronavirus sugli animali, per poi rapire questi ultimi e darsi alla macchia.

L’immagine in allegato è un ritaglio del quotidiano Secolo XIX di cui troviamo una versione digitale in un articolo del 26 febbraio. Nella versione digitale, però, viene omessa l’ultima parte della versione cartacea che vi riportiamo di seguito.

I cani, dopo essere rubati, vengono infatti venduti in Svizzera e Germania, trasportati in laboratori e sottoposti a test di vivisezione.

Il Secolo XIX non riporta se questo dato sia il risultato di un’indagine condotta da inquirenti, ma soprattutto in entrambe le versioni leggiamo un consiglio a segnalare tali malfattori alle associazioni animaliste, non alle autorità. Altrimenti, scrivono:

Nel caso qualcuno si imbattesse nei truffatori che avrebbero preso di mira la verde Lunigiana, l’invito è quello di segnalare il maggior numero di dettagli alla FNOVI, Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani.

Sui canali social della FNOVI non troviamo alcun riferimento, così come nel sito ufficiale.

Lo stesso articolo è stato pubblicato sul Tirreno il 4 marzo, senza ulteriori riferimenti a indagini né a eventuali denunce di altrettanto eventuali casi.

In poche parole si segnala il fatto ma non si segnalano casi, e non è innaturale trovare attinenza con altri casi in cui l’Italia intera segnalava la presenza di furgoni bianchi in vari territori, anche se si parlava di tentate violenze e/o rapimenti ai danni dei minori. Potete trovare un esempio a questo indirizzo.

Per il momento ci teniamo cauti: gli articoli e i post su Facebook non fanno riferimento a indagini né esiste un modo per trovare notizie su denunce a carico di sconosciuti a bordo di un furgone bianco.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News