“I piloti spruzzano sostanze per creare polmonite chimica”, il nuovo delirio dei complottisti

di Bufale.net Team |

“I piloti spruzzano sostanze per creare polmonite chimica”, il nuovo delirio dei complottisti Bufale.net

Sì, sul Covid causato dalle scie chimiche per infettare il mondo intero ne abbiamo sentite tante ma a questo giro, dalla Russia, arriva la teoria della polmonite chimica. I nostri lettori ci segnalano un post pubblicato su Facebook da un account palesemente fake il 22 dicembre 2020. Chi pubblica il post aggiunge delle fotografie che dimostrerebbero la presenza di bidoni di sostanze chimiche a bordo dei velivoli, un maldestro scacco matto ai poteri forti. Ancora una volta i complottisti inciampano sulle loro stesse convinzioni infettando altri utenti, però, con la loro infodemia tossica.

Straordinario! Polonia, Svezia e Norvegia intentano una causa contro l’OMS per infettare l’Europa. Questo è ciò che Reuters ha tradito.
I piloti detenuti hanno ammesso di aver spruzzato una sostanza chimica che causa la polmonite chimica!

È chiaro che la traduzione automatica fornita da Facebook non renda, sicuramente, il messaggio tradotto correttamente. Gli elementi che abbiamo a disposizione sono Polonia, Svezia, Norvegia, OMS, Reuters e polmonite chimica. Materiale essenziale che può aiutarci a cercare un confronto sui motori di ricerca.

I complottisti contro Reuters, che li smonta

Il 18 dicembre 2020 Reuters, infatti, ha pubblicato un fact-checking in cui sono state smontate le teorie esposte in un video di circa 28 minuti. Nel filmato veniva mostrato un team di sedicenti medici, giornalisti, naturopati, omeopati e altre figure che, in sostanza, negavano il Covid-19 e dunque la pandemia. Queste figure si dicevano provenienti da tanti Paesi, comprese la Polonia, la Svezia e la Norvegia.

Tra le altre teorie, veniva minimizzato il pericolo del virus che veniva ritenuto sparito nel corso dell’estate 2020 e addirittura messo sullo stesso piano di una banale influenzaReuters aveva recuperato tutti i dati dell’OMS e degli esperti per smontare tutte le teorie contenute nel video.

Le foto degli aerei che irrorano sostanze chimiche che diffondono la “polmonite chimica”

A supporto della teoria bizzarra e infondata pubblicata dal post che prendiamo in analisi, gli autori (o l’autore fittizio) allegano delle immagini che mostrerebbero i contenitori trasportati dai velivoli per diffondere la malattia. Immagini che trovano smentita con una semplice ricerca per immagine.

A tal proposito troviamo un articolo di debunking su Tjekdet che riprende le stesse immagini usate dal viralizzatore di oggi, aiutandoci a individuare la fonte originaria. Si tratta, infatti, di immagini scattate all’interno di un aereo in fase di collaudo con contenitori pieni d’acqua che servono da zavorra per simulare il peso dei passeggeri e dell’equipaggio:

In un altro caso, l’immagine era stata debunkata da Metabunk nel 2012 ed era stata scattata dal fotografo James Wallace:

Le zavorre degli aerei scambiate per contenitori malefici

Quella delle zavorre degli aerei scambiate per serbatoi di scie chimiche è un vecchio ritornello che piace ai complottisti, talmente tanto da insistere sull’argomento nonostante i ripetuti interventi degli esperti. Nel 2018, per esempio, la pagina Facebook Non Cielo Dicono aveva pubblicato la stessa teoria che avevamo smentito in questo articolo.

La nuova inciampata delle “sostanze chimiche” per diffondere “polmonite chimica”, ovviamente, non ha alcun riscontro né dal mondo della scienza né dalle cronache, se non nei blog indipendenti o nei post fake dei complottisti che hanno sempre paura di rivelare la loro identità.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News