I no-tutto speculano sui 4700 contagi dopo il festival Boardmasters nonostante il pass, cosa non capiscono

di Luca Mastinu |

I no-tutto speculano sui 4700 contagi dopo il festival Boardmasters nonostante il pass, cosa non capiscono Bufale.net

I 4700 contagi nel Regno Unito dopo il mega-evento Boardmasters hanno creato inevitabilmente un focolaio Covid in Cornovaglia. A fare notizia, oltre al grande numero dei contagi, è il fatto che i partecipanti avessero esibito il green pass, che nel Regno Unito corrisponde al’NHS Covid Pass.

Il Boardmasters e le misure di sicurezza

Dall’11 al 15 agosto a Newquay, in Cornovaglia, si è tenuto il festival Boardmasters che ha visto la partecipazione di circa 50mila persone. L’amministrazione locale, considerato il periodo storico, in un primo momento avrebbe voluto rinviare l’evento ma in seguito i funzionari hanno pianificato la gestione del festival insieme agli organizzatori. Qui tutte le misure adottate dagli organizzatori.

Con mascherine “incoraggiate ma non obbligatorie”, i partecipanti erano tenuti ad esibire un NHS Covid Test all’ingresso per poi sottoporsi a un secondo test rapido all’interno dell’evento. In caso di esito negativo sarebbero stati allontanati dal festival. Ancora, a circa 450 persone risultate positive all’ingresso del Boardmasters è stato negato l’accesso. “Nessun evento è in grado di eliminare completamente il rischio”, hanno dichiarato gli organizzatori.

4700 contagi collegati all’evento?

La BBC il 23 agosto ha riportato le dichiarazioni di Ruth Goldstein, vicedirettore per la sanità pubblica della Cornovaglia: “Al momento ci sono circa 4700 che potrebbero essere collegati a Boardmasters”, ma di cui non può esserci certezza della loro presenza al campeggio allestito per i partecipanti, agli eventi sulla spiaggia o alle attrazioni allestite in città.

Quel “potrebbero” faceva pensare che ancora non vi fosse certezza sul reale collegamento tra il picco dei contagi e l’evento, ipotesi decaduta qualche ora dopo con le dichiarazioni delle aziende sanitarie locali riportate dal Guardian: i 4700 contagi interessavano soggetti dai 16 ai 21 anni di età e tutti avevano confermato di aver partecipato al Boardmasters.

Dei 4700 casi riscontrati solamente 800 sono risultati cittadini della Cornovaglia, mentre i restanti sono risultati dislocati nel resto del Paese. Il consigliere locale Andy Virr, tuttavia, ha rassicurato che nessuno dei contagiati ha manifestato sintomi gravi.

Le raccomandazioni dell’amministrazione

L’amministrazione locale ha valutato anche l’ipotesi che il picco di contagi sia dovuto all’aumento del flusso turistico tra Newquay e Falmouth e in una nota – condivisa anche dal noto magazine NME – ha dichiarato che potrebbe essere “troppo presto valutare l’impatto del festival Boardmasters, per il quale “servono più dati” dal momento che “i casi di Covid a Newquay erano alti prima del festival“. Ribadiamo, però, che i soggetti risultati positivi hanno confermato la loro partecipazione al Boardmasters.

Cosa non si riesce a capire del Green Pass, ancora una volta

Come si spiega, dunque? C’è chi batte i piedi insistendo nel definire il green pass uno “strumento politico”, probabilmente ignorando che il passaporto vaccinale non è un antivirus ma un documento, ignorando inoltre che chi ha ricevuto il vaccino potrebbe comunque essere contagiato e contrarre il Covid-19 in forma lieve, specialmente in grandi eventi in cui potrebbero essere presenti dei vaccinati che hanno avuto accesso alla venue esibendo solo il certificato vaccinale e non un test negativo ed essere, a loro insaputa, positivi al Covid.

50mila presenti al Boadmasters è un grande numero tra i quali era altissima la possibilità della presenza di positivi nonostante le misure di sicurezza. Per farla più semplice: i vaccinati accedono agli eventi da immunizzati, non da negativi al test, e “immunizzati” significa “immuni dalla sintomatologia grave”.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News