I banchi scolastici arrivano dalla Cina, anziché dalle falegnamerie italiane – La Bufala di Shroedinger

di Shadow Ranger |

I banchi scolastici arrivano dalla Cina, anziché dalle falegnamerie italiane – La Bufala di Shroedinger Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti l’ennesima condivisione virale. Ovviamente, bufala.

I banchi scolastici arrivano dalla Cina , anzichè dalle falegnamerie italiane ….
GRANDE GENIALATA

I banchi scolastici arrivano dalla Cina si insinua nel grande filone delle Bufale di Shroedinger, quando per bufalari e complottisti un fatto è contemporaneamente vero e falso e collassa su se stesso nel momento in cui metti like.

Un po’ come le bufale sui migranti, simultaneamente dei miserabili poverissimi che hanno bisogno dei 35 euro per vivere e dei miliardari con catene d’oro e cellulari di lusso. Oppure, entità che rifiutano ogni lavoro, e contemporaneamente rubano i lavori migliori agli italiani.

Parimenti, ecco che scopriamo che nel fantastico mondo delle bufale i banchi scolastici usati per la ripresa delle attività di insegnamento in tempi di pandemia sono contemporaneamente banchi italiani, quindi costati troppo e comprati in sperpero da un ministro che avrebbe fatto meglio a comprarli “dai cinesi di Alibaba“, oppure sono banchi cinesi, quindi costati troppo poco sottraendo soldi preziosi alle povere falegnamerie italiane.

I banchi scolastici arrivano dalla Cina

E niente, detto proprio così: falegnamerie italiane.

Cercando di evocare non già il concetto di impresa, ma proprio la botteguccia artigiana dove un povero Mastro Geppetto langue in miseria perché il Governo Crudele si affida ai cinesi.

Tanto ora Pinocchio lo rifanno tutto in 5G...
Tanto ora Pinocchio lo rifanno tutto in 5G…

Per far collassare il paradosso di un Governo che, evidentemente, vive in un campo quantico dove i banchi monoposto vengono dalla Cina e dall’Italia basterebbe leggere un paio di giornali.

Facciamo pure Orizzonte Scuola

Sono 11 i contratti di affidamento ad aziende e raggruppamenti di imprese, per la maggior parte italiane, per la fornitura dei banchi monoposto, sia tradizionali che con sedute innovative: 14 le ditte che avevano partecipato.

E Repubblica

La maggior parte delle imprese è italiana e le aziende si stanno impegnando ben oltre la loro capacità produttiva per portare in classe “dall’8 settembre e fino a tutto ottobre” 2.013.656 banchi e 435.118 sedute innovative, i banchi-sedie con rotelle. Le offerte pervenute, pari a 2,6 milioni, superano la stessa richiesta. Il commissario ha dovuto allungare anche i tempi di consegna, che superano di un mese e mezzo l’inizio dell’anno scolastico (14 settembre).

Ulteriormente precisando che

Le aziende, italiane ed europee appunto, hanno richiamato manovalanza e quadri dalle ferie e riacceso la produzione.

Notare come quest’ultimo riporti non solo gli obiettivi raggiunti, ma anche le criticità relative, che pur vi sono. Ma tali criticità non prevedono il paradosso delle imprese contemporaneamente italiane e cinesi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News