PRECISAZIONI Baltimora, paziente lasciata in strada al freddo perché non può pagarsi le cure

È di pochi giorni fa un video diventato virale sui social (ben oltre le 2mln di visualizzazioni) e ripreso da più organi di stampa, di una donna di colore accompagnata fuori da un ospedale americano da addetti alla sicurezza, vestita di solo camice da paziente e calzini, e poi lasciata alla fermata dell’autobus.

Il video, che poi ha fatto il giro di mezzo mondo, è stato girato a Baltimora, cittadina del Maryland sede di un importante ospedale universitario: University of Maryland Medical Center (UMM), che ora si ritrova al centro di aspre critiche. L’autore del video si chiama Imamu Baraka, un counselor che si trovava a passare lì per caso e assisteva incredulo alla scena. L’uomo ha prima chiesto agli uomini della Security dell’ospedale che cosa stessero facendo, poi li ha pregati di chiamare almeno la Polizia. È andato poi a sincerarsi delle condizioni della poveretta, la quale però sembrava non essere in grado di parlare e sembrava tutt’altro che in buone condizioni. Quella notte, inoltre, a Baltimora c’erano -2°C. L’intero video è disponibile sul profilo Facebook di Imamu Baraka:

La notizia è vera ed è stata riportata dai maggiori mezzi di informazione a stelle e strisce: dalla CNN al Washington Post. Oggi la notizia ha attraversato l’oceano.

Non è dato, al momento, sapere da quale o quali patologie è affetta la paziente, quel che si sa è che è stata prontamente soccorsa dalla polizia e accompagnata in Taxi in una struttura per senzatetto. Il giorno dopo il Dr Mohan Suntha, CEO dell’UMM, si è subito affrettato ad indire una conferenza stampa in cui si scusava dell’accaduto, affermando che non è assolutamente prassi dell’Ospedale di Baltimora abbandonare per strada i propri pazienti. Secondo Suntha si è trattato di un caso – per quanto aberrante – isolato, e che avrebbe dato il La ad una attenta indagine interna per scoprire eventuali responsabilità del personale sanitario/amministrativo. Si dice inoltre sicuro che alla paziente è stata fornita la migliore assistenza sanitaria possibile e sottolinea che il video è stato girato dopo la dimissione. Il video della conferenza stampa è disponibile sul canale YouTube dell’emittente NBC News:

Molto probabilmente ci troviamo di fronte un’estremizzazione di quello che in America si chiama “patient dumping” e cioè il diritto a dimettere o trasferire in un altro ospedale, anche prematuramente, un paziente per ragioni economiche. È un argomento un po’ complesso e magari anche lontano dal nostro modo di intendere la sanità. La strumentalizzazione che ne è stata fatta qui in Italia è eccessiva e anche errata. Non è vero, infatti, che in America lasciano morire i pazienti per strada: la legge in questo caso parla chiaro e prevede che sia garantita un’adeguata diagnosi, terapia e stabilizzazione delle condizioni di salute a qualunque individuo si rechi in emergenza in ospedale e, qualora l’ospedale non sia in grado di assistere adeguatamente il paziente, di trasferirlo presso una struttura adeguata. In soldoni: la cura in urgenza viene garantita a tutti. È ovvio che alle persone indigenti o agli homeless non è permesso usare gli ospedali come dormitori ma esistono delle soluzioni idonee per evitare fatti incresciosi come questo di Baltimora, e sono gli assistenti sociali, apposite strutture ricettive, associazioni di supporto, ecc. Anche perché, se così non fosse, le metropoli americane si troverebbero invase da pazienti-zombie che vagano seminudi per le vie delle città.

LEGGI ANCHE   PRECISAZIONI Ingredienti cancerogeni nella Pepsi
Seguici su Facebook o Twitter anche per la sezione Truffe

Con un like resterai aggiornato sulle ultime Fake News