NOTIZIA VERA Napoli, ruba portafoglio a una turista e poi si scaglia contro gli agenti: arrestato senegalese

0
399

Ci segnalano un articolo pubblicato il 14 agosto 2017 su DirettaNews24:

I poliziotti di Napoli hanno bloccato e arrestato, non senza difficoltà, un senegalese che aveva appena tentato di rubare il portafoglio a un turista di Cagliari sull’autobus della linea 151. Le accuse per lui sono di furto con destrezza aggravato e resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

E’ accaduto ieri sera, quando gli agenti della sezione Volante dell’ufficio prevenzione generale, nel transitare in via Marina, durante i normali servizi di prevenzione e controllo del territorio, hanno notato un autobus dell’Anm della linea 151 mentre stazionava nella corsia preferenziale, all’altezza di una fermata.

Gli agenti della volante notano che qualcosa di strano sta accadendo sull’autobus, dove un uomo sta cercando di trattenere a bordo un uomo di carnagione scura, extracomunitario, intenzionato, invece, a scendere.

Si legge su Il Mattino: “Prontamente i poliziotti sono intervenuti, accertando che un turista cagliaritano era stato borseggiato del portafoglio da un cittadino senegalese che, vistosi scoperto, tentava di allontanarsi.

Alla vista della polizia, il ladro lasciava cadere a terra il portafoglio, che veniva raccolto dalla vittima, opponendo una viva resistenza nei confronti degli agenti che tentavano d’identificarlo. Pur di guadagnarsi la fuga, infatti, non esitava a spintonare un poliziotto contro la pensilina dell’autobus facendolo cadere, per poi scappare in direzione del borgo Orefici. L’altro agente, immediatamente, dopo aver segnalato alla centrale operativa l’accaduto, ha rincorso il ladro, bloccandolo in via Guido Dorso, grazie anche all’arrivo di un’altra volante.

Anche in questa circostanza, Mamadou Sedy, 29enne pregiudicato, come una furia, opponeva una viva resistenza sferrando calci e pugni, riuscendo così a far cadere due poliziotti che, pur di non farlo scappare, venivano trascinati a terra dall’uomo. I poliziotti, con non poche difficoltà, hanno bloccato l’uomo arrestandolo”.

Gli agenti hanno riportato contusioni e ferite multiple guaribili in sette giorni. Ora l’immigrato sarà giudicato con rito per direttissima. Dopo una notte trascorsa alle camere di sicurezza della questura, il 29enne sarà giudicato con rito per direttissima.

La notizia è vera ed è confermata dalle testate nazionali:

Troviamo riscontro anche sulle testate locali:

A intervenire per primi sono stati gli agenti della sezione “Volante” dell’Ufficio Prevenzione Generale che hanno notato la tensione mentre passavano per via Marina. Per arrivare all’arresto di Mamadou Sedy, pregiudicato di 29 anni, è stato necessario l’intervento di un’altra volante. La colluttazione ha procurato ferite sanabili in 7 giorni. Il senegalese ha trascorso la notte tra il 13 e il 14 agosto nelle camera di sicurezza della Questura. È stato in seguito condotto al processo per direttissima con le accuse di furto con destrezza aggravatoresistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

La notizia, dunque, è vera.