NOTIZIA VERA Jesolo, algerino violenta moglie e cognata e poi tenta il suicidio dal tetto di casa. La gente urla: “Uno di meno”

0
974

Ci segnalano un articolo pubblicato il 24 agosto 2017 (oggi) su L’Onesto:

24/08/2017 – Un algerino, visibilmente alterato, ha deciso di lanciarsi dal tetto della sua abitazione dopo aver picchiato e violentato sia la moglie sia la cognata. E il tutto è stato ripreso e mostrato da questo sconcertante video, che mostra l’uomo sul tetto – col cranio pieno di sangue – fino a che, prendendo la rincorsa, decide di gettarsi nel vuoto. L’immigrato più volte afferma di volersi suicidare e ha con sé la bottiglia e il coltello con i quali ha minacciato le sue familiari.

Le immagini risalgono alla mattina del 23 agosto e arrivano da Jesolo, vicino a Venezia. Sotto all’abitazione, si era formato un nutrito gruppo di persone. C’era chi urlava all’uomo di scendere e chi, invece, dopo che si è lanciato ha applaudito e ha urlato: “Uno de manco” (uno di meno, ndr). La polizia, intervenuta sul posto, non è riuscita a fermare l’uomo nel momento del salto. Ora l’algerino è ricoverato in condizioni critiche all’ospedale di Mestre.

La notizia è vera ed è confermata, in primis, da un video del canale YouTube Video e news:

Nel video raccontano che l’uomo, durante una lita, avrebbe preso a picchiare selvaggiamente la sua compagna – di nazionalità italiana (Venezia Today) – e la sorella di lei. Le due donne si sarebbero poi rifugiate in un negozio nei pressi della loro abitazione e lì avrebbero chiamato le forze dell’ordine. Agli agenti hanno raccontato di essere state vittime di violenza sessuale.

All’arrivo degli agenti l’uomo si trovava sul terrazzo di casa con la bottiglia, gridando di non voler essere arrestato. Poco dopo si è avventurato sul tetto. Sul posto, intanto, accorrevano pattuglie dei Carabinieri, della Polizia e un’ambulanza. Non mancavano, ovviamente, i passanti che assistevano alla scena (Il CorriereLibero Quotidiano). L’uomo ha preso a lanciare tegole e banconote, chiedendo che qualcuno gli andasse a comprare le sigarette e minacciando di uccidersi.

Fallite le trattative, alle 14 l’algerino ha preso la rincorsa e si è gettato da 10 metri:

Condotto in elicottero all’ospedale di Mestre dopo una prima visita all’ospedale di Jesolo, l’uomo ha riportato fratture al bacino, al cranio e agli arti, ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Le sue condizioni sono gravi, ma non si trova in pericolo di vita. La moglie ha riportato una frattura al braccio e per lei si prevedono 30 giorni di prognosi.

I Carabinieri, ora, indagano per la ricostruzione dell’accaduto. Dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, violenza domestica e lesioni. Se le donne confermeranno si aggiungerà anche la violenza sessuale.

Le testate principali riportano che durante l’episodio, molti presenti filmavano l’accaduto e incitavano l’uomo a buttarsi. Quando l’uomo è saltato nel vuoto, qualcuno avrebbe detto “uno de manco” e “mitico”. Alcuni, addirittura, avrebbero applaudito.

La notizia, dunque, è vera.