Home / Truffe / Guarda! Disney regala 4 biglietti gratis a 1000 famiglie per festeggiare i 90 anni di Topolino!

Guarda! Disney regala 4 biglietti gratis a 1000 famiglie per festeggiare i 90 anni di Topolino!

I 90 anni di Topolino sono un fatto reale, e sul sito ufficiale di Disney leggiamo che il mito più amato da grandi e piccini nasceva il 18 novembre 1928 nella sua prima apparizione del cartone animato “Steamboat Willie”:

Tuttavia, ecco i truffatori. Come accade per ogni azienda, questa volta tocca a Disney: un messaggio virale inoltrato su WhatsApp e Messenger invita a partecipare al concorso per vincere 4 biglietti gratis per celebrare il genetliaco di Mickey Mouse. Il messaggio si conclude con un link al quale bisogna accedere per poter partecipare:

La schermata che compare una volta aperta la pagina è la seguente:

Il solito questionario continuerà con la richiesta di inserire i propri dati personali, passaggio pericolosissimo perché permette ai truffatori di entrare in possesso delle informazioni che faranno partire il raggiro. Fermatevi.

Anziché partecipare con entusiasmo a qualsiasi cosa si riceva sulla messaggistica, è bene confrontare l’indirizzo di provenienza. Se dal messaggio di partenza vediamo un URL, una volta aperta la pagina web questo URL cambia e non corrisponde più a quello iniziale:

L’indirizzo web di Disneyland, infatti, è www.disneylandparis.com/‎, tutto il resto è falso.

Sul sito ufficiale del parco di divertimenti di Marne-la-vallée non compare alcun riferimento al concorso, e tanto meno sulla pagina social ufficiale.

Parliamo, dunque, di truffa perpetrata attraverso la bufala dei biglietti gratis messi in palio per 1000 famiglie con il pretesto di celebrare i 90 anni di Topolino.

 

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Luca Mastinu

Nasce a Torino nel 1983, Scrittore, misantropo, ipocondriaco, acluofobo e pignolo. Admin della pagina Facebook "Diario di un ipocondriaco" e caporedattore per Bufale.net. Autore di due romanzi, vive nella propria stanza per tenersi lontano dai batteri. Ama la musica e suona il basso. Odia e soffre in Sardegna, muore e risorge a Roma.