Home / Notizia Vera / Gennaio nero sul fronte delle app pericolose: altre 2 da cancellare, ufficiali i nomi
app pericolose
app pericolose

Gennaio nero sul fronte delle app pericolose: altre 2 da cancellare, ufficiali i nomi

Senza voler eccedere in allarmismi, occorre prestare sempre grande attenzione alle app pericolose per la propria sicurezza, con uno sguardo attento soprattutto ai possessori di uno smartphone Android secondo l’approfondimento che abbiamo riservato per voi il 14 gennaio. Dopo aver portato alla vostra attenzione qualcosa come 85 applicazioni da rimuovere nel più breve tempo possibile dal vostro device, grazie ad uno “speciale” della scorsa settimana, stavolta occorre concentrarsi fondamentalmente solo sue due titoli.

La notizia è stata portata alla luce da una delle migliori fonti in circolazione in ambito mobile, vale a dire Android Police, secondo cui i nomi delle due app pericolose incriminate ora sono già noti. Si tratta di Power Shade: Notification Bar Changer & ManagerMaterial Notification Shade, anche se al momento diversi dettagli sulla minaccia che hanno generato non sono stati ancora resi pubblici. Per ora sappiamo ad esempio che in questi anni, insieme, hanno registrato milioni di download, ma che al contempo di recente sono state rimosse in fretta e furia dal Play Store.

La stessa fonte ha provato ad approfondire la questione, interpellando gli sviluppatori. Ne ha ricavato poco sulle app pericolose del 14 gennaio, in quanto per ora sappiamo solo che una libreria delle due applicazioni utilizzava dei proxy per visitare e recuperare informazioni da specifici siti webPossibile che tra qualche settimana le due app vengano nuovamente ripubblicate nel Play Store, anche se verranno rimossi i feedback e ovviamente il numero di download.

L’auspicio è che nei prossimi giorni si possa conoscere qualche dettaglio in più in merito a due app pericolose, almeno in questo momento, Power Shade: Notification Bar Changer & Managere Material Notification Shade, visto che non sono stati resi noti i dati diventati vulnerabili tramite questi servizi. Appena ne sapremo di più, avremo cura di aggiornare l’articolo di oggi per i nostri lettori.

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Redazione

Redazione
Bufale.net è il primo servizio fact checking per i liberi cittadini creato dai denbuker Claudio Michelizza e Fabio Milella. Opera su segnalazione e dopo un'opera di debunking comunica i propri esiti tramite articoli mirati con TAG specifici: BUFALA - DISINFORMAZIONE - NOTIZIA VERA - PRECISAZIONI - ANALISI IN CORSO. Il team è composto da debunker professionisti e neutrali. In ogni articolo non vengono usate opinioni personali o credi religiosi - politici - calcistici. Siamo attivi dal 2014 e speriamo che la rete un giorno non abbia bisogno di noi.