COMPLOTTISMO Il Ponte Morandi è stato fatto brillare per ostacolare Salvini e M5S

Una vera e propria tesi “complottista” quella che ha preso piede in queste ore sui social, soprattutto su Facebook, a proposito del Ponte Morandi crollato a Genova poco più di una settimana fa. Complice un video pubblicato da Klagemauer TV, che al contrario di quanto riportato da alcuni siti non è una TV svizzera, bensì un semplice canale Youtube (come nel caso di Social TV o Pandora TV per intenderci), si sta diffondendo l’idea che il ponte sia stato fatto brillare. Il tutto sarebbe dimostrato da alcune prove “inconfutabili”, in quanto i soliti poteri forti intendono destabilizzare il governo che vede Salvini ed il Movimento 5 Stelle in prima linea.

Quali elementi a supporto della tesi del Ponte Morandi che sarebbe stato fatto brillare? Klagemauer TV per avvalorare questa corrente di pensiero avrebbe ascoltato un ingegnere in pensione, il quale avrebbe messo in evidenza il boato antecedente al crollo e le ormai famosissime scintille che emergono anche dall’unico video “amatoriale” che abbiamo avuto modo di analizzare subito dopo la tragedia.

Ora, premesso che le indagini siano ancora in corso e che sbilanciarsi su un argomento così delicato come il Ponte Morandi crollato sia mossa decisamente incauta, alcuni presupposti ci appaiono chiari già oggi 23 agosto. Ad esempio, il boato antecedente al crollo appare normalissimo anche in assenza di una laurea in Ingegneria, così come la storia dei flash dovuti ai lampi, nel corso di un fortissimo temporale, o in alternativa ai cavi elettrici tranciati. E per intenderci, Klagemauer TV è famosa per le tesi fatte di complotti, a partire dalle scie chimiche.

Ponte Morandi

Ponte Morandi

Insomma, siamo ad un livello decisamente avanzato rispetto a quello che abbiamo trattato qualche giorno fa, sempre a proposito del Ponte Morandi crollato, quando sono state avanzate timidamente delle ipotesi alla luce di alcuni video risalenti ai giorni antecedenti rispetto alla tragedia che si è consumata a Genova il 14 agosto. In questa circostanza ci si è spinti decisamente oltre e, complice la reputazione della fonte, è possibile parlare senza troppe remore di “complottismo”, senza dimenticare le opinioni pubblicate nel corso del video che fanno storcere il naso anche a chi solitamente si lascia sopraffare dalla stessa teoria del complotto.

LEGGI ANCHE   GUIDA UTILE Vogliono avvelenarci con le scie chimiche? - Bufale.net