BUFALA Mette incinta la fidanzata, poi la madre, la zia e la sorella di lei: la storia di un 23enne calabrese diventa virale

Ci segnalano una non-notizia pubblicata l’11 dicembre 2017 su Giph.it:

La storia di un ragazzo calabrese di appena 23 anni, Alfio, raccontata da Luciana Litizzetto durante il programma di Radio Deejay ‘La Bomba’, potrebbe sembrare la trama di un film erotico scadente ed invece è ciò che è successo davvero. La disavventura del giovane calabrese comincia quando la fidanzata gli comunica di essere rimasta incinta. La notizia sconvolge il ragazzo al punto da guastare la loro relazione. Il ventitreenne diventa sempre più pensieroso e non riesce più ad avere rapporti sessuali con la fidanzata.

Un giorno la madre della ragazza va a parlare con Alfio e cerca di farlo ragionare, ascoltarlo per comprendere cosa lo turba e magari dargli qualche consiglio. Il giovane, però, crolla in lacrime e lei per istinto materno comincia a consolarlo, ma una cosa tira l’altra ed i due finiscono per fare sesso. Passa qualche tempo e la donna contatta Alfio per dirgli che il loro errore aveva avuto gravi conseguenze: anche lei era rimasta incinta.

Schiacciato dal peso di una responsabilità che nessuno saprebbe come affrontare, Alfio si rivolge alla zia della fidanzata per confidarle quanto stava passando e trovare conforto. La donna non gli nega una spalla su cui piangere, ma come le parenti finisce per commettere l’errore di andare a letto con il ventitreenne. La situazione è paradossale, ma lo diventa ancora di più quando la donna gli comunica che anche lei è rimasta incinta.

A questo punto Alfio esce dal paese e si rifugia in un casolare in cui trova (per pure coincidenza?) la sorella diciassettenne della fidanzata. Il copione è lo stesso delle altre volte, lacrime, un abbraccio ed incontro di sesso passionale. Qualche tempo dopo anche la diciassettenne gli dice di essere rimasta incinta ed il giovane, colto dal panico, fa perdere le sue tracce. Che si tratti di un avvenimento paradossale o di uno inganno ben architettato dalla famiglia (a quale scopo?), la vicenda di questo giovane è diventata virale.

La storia è stata ripresa anche da Il Mattino, LeggoDagospia (che nell’url riporta “le fake news che ci piacciono”) e Corriere dell’Umbria. Come scrivono nell’articolo segnalato, a parlare per la prima volta della storia del 23enne calabrese è stata Luciana Littizzetto nel corso della trasmissione La Bomba andata in onda su Radio Deejay il 2 dicembre.

LEGGI ANCHE   BUFALA Boschi:”Favoriremo lo sviluppo delle attività commerciali dei migranti” - Bufale.net

La Littizzetto, infatti, conduce la trasmissione assieme a Vic e nel corso della puntata ha raccontato di “aver letto una notizia su una famiglia allargata”. È possibile ascoltare l’audio dal podcast a questo link, a partire dal minuto 1:28:00. Dopo l’esplosione di articoli anche da testate ufficiali e locali (Il MattinoCorriere dell’Umbria et cetera), è stato necessario smentire la bufala da parte di Radio Deejay, tramite la puntata dell’11 dicembre (disponibile a questo link) della trasmissione Tuttorial di Luca Bottura. Luciana Littizzetto è intervenuta telefonicamente per ribadire che si trattasse di una bufala sfuggita di mano e ripresa da alcune testate.

La notizia era stata ripresa anche da Libero il 10 dicembre, che titolava “Il calabrese, la fidanzata, la suocera, la zia e la sorellina: sesso selvaggio in provincia, la storia porno“.

Come scrive Giornalettismo nell’articolo dell’11 dicembre, per capire che si trattasse di una bufala sarebbe stato sufficiente ascoltare le parole della Littizzetto pronunciate prima di raccontare la storia, con le quali spiegava, appunto, che si trattava sicuramente di una storia inventata.

La bufala, invece, è diventata virale anche per alcune testate nazionali.