ALLARMISMO Caramelle a forma di orsacchiotto, nuova Droga – bufale.net

0
31977

Salve a tutti,oggi mi hanno mandato questa foto è segnalato che come potete vedere sembrano caramelle a forma di orsacchiotto,ma purtroppo cosi non è,sembra sia una nuova droga che si sta inserendo addirittura nelle scuole elementari x adescare i bambini, io personalmente sono rimasta letteralmente scioccata!vi chiedo la cortesia chi ha amici con bambini sia alle elementari,che medie di far girare questa foto..è di avvisarli…grazie a tutti..stiamo arrivando davvero a livelli paurosi..dio mio!

Questo allarme sta girando sia sui social che su WhatsApp scatenando il panico in molti genitori che ci hanno contattato.

Questo genere di allarmismo gira già dal 2015 e recentemente è tornato di moda per provocare il panico senza fornire alcuna prova o riferimento, se non alcune foto prelevate probabilmente da internet.

Come indica Snopes, è vero che alcune pasticche sono colorate e sembrano caramelle, ma non si tratta di nuove droghe create per adescare bambini:

These forms of Ecstasy are not “new,” they’re not intended to appeal to children, and they’re not likely to end up in kids’ Halloween trick-or-treat bags.

Inoltre, sempre su Snopes leggiamo che l’allarmismo diffuso che vedeva droghe pesanti offerte ai bambini in occasione di Halloween riguardava anche degli orsetti gommosi di dimensioni nettamente superiori alle comuni candies:

L’appello veniva diffuso pur senza alcuna notizia sul tipo di droga presente negli orsetti gommosi.

Il 7 marzo 2017 il Sun pubblicava l’articolo “Four schoolgirls aged 13 taken to hospital after ‘taking teddy bear ecstasy pills’” in cui si riportava che quattro studentesse di 13 anni avevano assunto le teddy bear ecstasy pills presso il Civic Centre di Wythenshawe (Manchester). All’interno dell’articolo compariva l’immagine da noi presa in esame:

Nella didascalia, fra parentesi, si legge stock picture, dunque non si tratta di una foto delle sostanze assunte dalle quattro adolescenti. In nessuna riga viene detto che le teddy bear ecstasy pills fossero spacciate per caramelle. Su Chicche Informatiche leggiamo – e sosteniamo sia oltremodo chiaro – che in Italia non c’è alcun riscontro su tale fenomeno. Si tratta infatti di casi registrati nel Regno Unito e negli Stati Uniti, con immagini partite da utenze che non fanno parte del nostro Paese. La stessa redazione di Snopes puntualizza:

Although the image of pink teddy bear ecstasy appeared to be genuine and unaltered, there was still no evidence even one child had been tricked into consuming MDMA because it looked like candy.

Sebbene l’immagine del “pink teddy bear ecstasy” apparisse genuina e inalterata, non esisteva alcuna evidenza su bambini tratti in inganno nel consumare MDMA distribuita in forma di caramelle.

Non siamo in Italia, quindi, e pure nei Paesi d’origine questa storia non ha basi solide. Nel 2009 il sito Leggende Metropolitane pubblicava l’articolo “LSD nelle figurine” ci ricorda di un diffuso allarme scatenato negli anni ’80, con volantini che raccontavano una storia non vera ma che circolavano di città in città:

AVVERTIMENTO A TUTTI I GENITORI. Secondo la polizia, esiste un tatuaggio – BLUESTAR – alla portata di tutti i bambini. Si tratta di un piccolo foglio di carta bianca che contiene delle stelline azzurre delle dimensioni di una gomma da matita. Ognuna di queste STELLINE è impregnata di LSD e può essere staccata dalla carta e messa in bocca. Ma l’assorbimento può avvenire anche attraverso la pelle, semplicemente maneggiando il foglio di carta. 

Era tutto falsoinfondato, ma dagli Stati Uniti si diffuse all’Italia, specie tra le famiglie con bambini interessati alla collezione di figurine.