Governo finanzia gli immigrati che poi vanno a rapinar turisti – In questo titolo troverete due errori…

di Bufale.net Team |

Governo finanzia gli immigrati che poi vanno a rapinar turisti – In questo titolo troverete due errori… Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti una notizia pubblicata da Il Giornale dal titolo Governo finanzia gli immigrati che poi vanno a rapinar turisti.

Cominciamo benissimo: già nel titolo ci sono due errori che alterano completamente il significato della notizia.

Ricorderemo sempre il raccontino breve di Giovannino Guareschi, noto scrittore, che per denunciare i mali del giornalismo moderno (già ai suoi tempi) si raccontava giovane e alle prime armi intento a scrivere “un pezzo di colore”.

Nel piccolo racconto il giovane Guareschi proponeva al suo editore una storiella simpatica di un bimbo in attesa dei doni dell’Epifania. L’editore, convinto della necessità di un titolo caricato, lo convinceva invece, con sole proposte di titoli sempre più oltraggiosi, a passare da La calza sotto il camino a Accorrete, sgozzano la vecchia del quinto piano! Aiuto! Sbudellano la vecchia e il sangue scorre per le scale rosso e fumante come vino brulè!

Per l’effetto, la delicata storiella del bambino Gigetto che si addormenta sognando la Befana, diventava la turpe storia di Gigetto che, attirato da urla e rumori, assistiva al brutale omicidio di una anziana, correva terrorizzato sotto le coperte piangendo la morte brutale della Befana, per poi avvedersi che i doni gli erano stati elargiti comunque e quindi la Befana era ancora viva.

Il senso della vicenda è qui: stiracchia e stiracchia, siamo arrivati da “Gang di Italiani di origine africana compie rapine ad Alassio” a Governo finanzia immigrati che vanno a rapinar turisti.

Ma andiamo con ordine

Gli immigrati che vanno a rapinar turisti

La notizia, fornita da IVG, parla di un

un gruppo di giovani, tutti tra i 18 e i 22 anni, italiani ma di origine nordafricana. Un vero e proprio “branco” le cui vittime preferite erano i gruppi di ragazzi che passeggiavano e parlavano nei vicoli, lungo la passeggiata o il molo. I 7 arrestati, secondo quanto ricostruito dal Comando alassino, osservavano e individuavano i gruppi più vulnerabili e approfittavano della notte per mettere a segno i loro colpi. Le loro razzie, perpetrate al danni di numerosi giovani, alcuni dei quali colpiti al volto, hanno scatenato il terrore ad Alassio facendo assistere, involontariamente, ai tanti turisti presenti, a scene di panico, confusione e inquietudine.

Cosa, comprenderete, già gravissima, senza bisogno di doverci per forza buttare nel mezzo gli immigrati che, in questo caso, c’entrano un po’ come i cavoli a merenda.

Una storia che comunque si chiude con un deciso lieto fine

“Un gruppo di giovani aggressivo e molto pericoloso, ma siamo riusciti a rispondere rapidamente e prontamente per fermarli” ha detto il comandante Ferrari. “Hanno trascorso le loro vacanze ad Alassio con atti davvero violenti nei confronti di altri giovani. Ora le indagini sono ancora in corso, in quanto non escludiamo che dietro ad altri episodi e denunce ci sia la loro responsabilità”.

Il Governo finanzia gli immigrati

Sorpresa: il Governo qui non ha finanziato nessuno.

Il Giornale si riferisce a un rumore di corridoio poi smentito da IVG, ma non da il Giornale, secondo cui

in una prima versione di questo articolo era riportato il possibile utilizzo, da parte di alcuni arrestati, del “bonus vacanze”. Il dettaglio, fornito inizialmente dagli inquirenti, si è in seguito rivelato errato.

Capirete come, anche se il rumor fosse stato confermato, passare da

una gang di rapinatori Italiani di origini straniere si sposta in un luogo di vacanza per commettere furti e rapine. Probabilmente alcuni di loro hanno usato il “bonus vacanze”

a

Governo finanzia gli immigrati che poi vanno a rapinar turisti

Il salto logico è lo stesso dal passare da La calza sotto il camino a Accorrete, sgozzano la vecchia del quinto piano! Aiuto! Sbudellano la vecchia e il sangue scorre per le scale rosso e fumante come vino brulè!

Un collegamento assolutamente pretestuoso che trasforma ogni discussione sui requisiti di accesso a strumenti di sostegno al reddito in un fuori traccia da brutto voto al compito in classe con finalità di clickbait.

E abbassando la qualità dell’informazione, si abbassa la fiducia del cittadino nel giornalismo.

Non ci stancheremo di ricordare come è noto sin dalla letteratura per il fanciullo che il Giornalismo Responsabile si basa su cinque elementi, le cosiddette 5W, cui aggiungere la H del Come

Topolino: il giornalismo e le 5W
Topolino: il giornalismo e le 5W

Se il Chi viene modificato per inserirci immigrati nel titolo, se nel Come si aggiungono collegamenti a cose mai accadute… cosa resta della notizia?

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News