Gli articoli sui numeri di telefono “scomparsi” in Cina, tra teorie cliccabili sul Coronavirus e verità banali

di Shadow Ranger |

Gli articoli sui numeri di telefono “scomparsi” in Cina, tra teorie cliccabili sul Coronavirus e verità banali Bufale.net

Ci segnalano i nostri contatti una serie di articoli legati ai numeri di telefono “scomparsi” in Cina.

Perché a volte la costruzione di un modello teorico non serve a comprendere meglio il reale, ma a rendere la realtà più spendibile sul mercato del click.

Ad esempio la storia dei numeri di telefono “scomparsi” in Cina è un esempio da manuale di come una storia banalissima possa essere pompata per diventare verosimile.

Non sta a noi puntare le dita: avrete sicuramente letto articoli e condivisioni. Titoli forti, anche preoccupanti come

Pechino sta dicendo la verità sui decessi da Covid-19?

Che tu ti aspetti magari di aprire un articolo e scoprire un mistero misteriosissimo e, niente, scopri che in Cina durante il lockdown di Wuhan diverse persone hanno disdetto la loro utenza telefonica.

Il complotto dei numeri di telefono “scomparsi” in Cina

Tutto il mondo è paese: solo pochi mesi fa (quando l’incubo pandemico era di là da venire ed i troll non erano laureati in virologia, ma in sociologia, ingegneria edile e diritto internazionale) avevamo gente pronta a giurare che Carola Rackete fosse un personaggio immaginario perché non aveva Facebook. E come tutti i leoni da tastiera sanno, se non esisti su Facebook non puoi esistere nel mondo reale.

Ne consegue che, ovviamente, la teoria più in voga tra clickbait e complotti è che se non hai un cellulare non esisti.

Ovviamente
Ovviamente

È tutto un evento concatenato: se non hai il cellulare non puoi andare su Facebook a pubblicare i selfies di quello che mangi, delle apericene o fare le dirette mentre ti assembli in luogo pubblico (cit). E se non pubblichi su Facebook non esisti. Oppure sei morto, o ti hanno arrestato (come ricordano quei complottisti che hanno detto dal fatto che Soros fosse restio a far aggiornare i suoi account social che il Leggendario Patriota Q fosse intervenuto per deportarlo da qualche parte ostentando la democrazia di cui Somaristi da Tastiera tutti manganello virtuale e volontà di potenza frustrata sono carichi…).

La spiegazione

A leggere meglio gli articoli però scopriamo che esiste una spiegazione validissima, ancorché meno cliccabile

Secondo il National Bureau of Statistics cinese, alla fine del 2019 la popolazione era 4,67 milioni in più rispetto al 2018, raggiungendo il miliardo e 400 milioni di persone. Il calo del 2020 degli utenti di telefonia fissa potrebbe avere una spiegazione plausibile: essere cioè dovuto alla quarantena nazionale a febbraio, durante la quale molte piccole imprese sono state chiuse. Ma la diminuzione delle utenze mobili non può essere spiegata nello stesso modo.

Che può essere ulteriormente completata con una spiegazione: in Cina le utenze cellulari sono ancora a canone periodico.

Non ha mai preso piede, come da noi, l’utenza ricaricabile. Ed in Cina esiste un fenomeno chiamato Water Army.

Lo vediamo anche da noi: ogni volta che un’attività commerciale “aggressiva” apre un account social, nel “dolus bonus” (la cosiddetta pubblicità aggressiva ma nei canoni del consentito) appare l’implacabile pletora di amici e parenti o clienti di attività di parenti ai quali viene richiesta e sollecitata anche con petulanza la “recensione positiva”.

In Cina quindi avevamo, in tempi pre-crisi un numero di utenze telefoniche in abbonamento superiore quasi alla metà della popolazione complessiva cinese.

Eliminando anziani e “campagnoli” abbiamo quindi

  1. Utenti con un numero privato ed un numero di lavoro (cosa non inconsueta neppure da noi)
  2. Utenti parte della “Water Army” pronti ad approfittare della capacità di avere fino a 15 numeri di telefono per vendere recensioni

In tempi di Lockdown, con attività commerciali chiuse a tempo indeterminato entrambe le categorie di numeri sono diventate improvvisamente obsolete, ovvero dei costi netti senza alcun ricavo in vista.

Conclusioni

Secondo Ko Tin-Yau, la Water Army, la legione di recensori compulsivi e attività con numeri multipli è uno dei segnali del polso di un’economia forte.

Un’economia che non ha bisogno della Water Army è un’economia indebolita dove esercizi commerciali e ristoranti chiudono senza alcun ricambio.

L’economia cinese potrà dirsi del tutto riavviata quando la legione dei recensori tornerà a battere cassa, e le “utenze di lavoro” saranno riattivate.

Senza scomodare spiegazioni legate ai decessi improvvisi o fenomeni del genere.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News