Giorgia Meloni cita presunte frasi sovraniste del Dalai Lama sui migranti, lui invece attacca Trump

di Redazione |

Dalai Lama

Davvero curioso quanto avvenuto questo pomeriggio sui social, con un post di Giorgia Meloni che cita una recente intervista rilasciata dal Dalai Lama alla BBC ed alcune frasi di chiaro stampo sovranista in merito ai migranti. Il rischio disinformazione è molto elevato in questi casi, in quanto le traduzioni e trascrizioni di determinate dichiarazioni tendono spesso e volentieri ad essere modificate anche in piccolissimi dettagli che, nella sostanza, alterano in modo sostanziale il loro significato. Partendo dal presupposto che in passato, con lo stesso personaggio, abbiamo già dovuto affrontare una situazione di questo tipo con un articolo specifico.

Qual è il pensiero del Dalai Lama sui migranti? In realtà, come riporta Repubblica, il passaggio più importante dell’intervista rilasciata di recente alla BBC si concentra su Trump. Al contrario dei concetti portati avanti da Giorgia Meloni (la quale, come potrete notare di seguito, riporta un articolo di una testata italiana chiaramente schierata dal punto di vista politico), il Dalai Lama si è detto così colpito dalla foto del padre e della figlia morti annegati nei pressi del confine americano, da definire il Presidente degli Stati Uniti privo di principi morali. L’esatto opposto di quello che vuol comunicarci la leader di Fratelli d’Italia.

​ ​

Anche la giornalista della BBC che ha condotto l’intervista ha reso pubblico un tweet in cui si parla in modo duro delle politiche di Trump sui migranti, a maggior ragione dopo i recenti fatti che tutti conosciamo. Nei vari post che troviamo prima e dopo quello citato, non ci sono passaggi in cui si possa attestare l’autenticità delle dichiarazioni del Dalai Lama menzionate dalla stessa Giorgia Meloni. Almeno per ora (l’intervista integrale sarà disponibile solo nelle prossime ore).

Detto questo, in passato il Dalai Lama ha sì affermato che il fenomeno debba in qualche modo essere fermato e che in futuro chi scappa debba tornare nel proprio Paese per aiutare quel popolo a risollevarsi, ma non risultano espressioni nette tipo “l’Europa è per gli europei”. Anche Butac, in passato, ha dovuto precisare le tante strumentalizzazioni sovraniste attorno alle sue dichiarazioni.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News