Fusaro fa perdere le staffe al conduttore di Zona Bianca sul green pass: “Dovesti vergognarti”

di Redazione Bufale |

Fusaro
Fusaro fa perdere le staffe al conduttore di Zona Bianca sul green pass: “Dovesti vergognarti” Bufale.net

Momenti di tensione durante l’ultima puntata di Zona Bianca su Rete 4, in occasione del nuovo intervento di Diego Fusaro a proposito del green pass. Una questione delicata, che il filosofo ha sempre trattato in modo deciso, con l’ormai nota etichetta “infame tessera verde“. Tuttavia, lo scambio di opinioni che stiamo prendendo in esame oggi va un po’ oltre e ci mostra uno scambio di opinioni vibrante tra il diretto interessato ed il conduttore della suddetta trasmissione, vale a dire Giuseppe Brindisi.

Come nasce la discussione tra Fusaro ed il conduttore di Zona Bianca sul green pass

In attesa di capire come andrà a finire la storia della pagina Facebook di Fusaro, al momento non raggiungibile, come vi abbiamo riportato anche alcuni giorni fa sul nostro sito, bisogna prendere atto del fatto che il filosofo abbia nuovamente paragonato la situazione politica italiana a quella degli anni dell’Olocausto. Con tanto di deportazioni. Tutto nasce, come sempre, dall’arrivo del green pass, con un paragone che ha mandato su tutte le furie Giuseppe Brinidisi di ‘Zona Bianca’.

Brindisi, a tal proposito, è stato molto chiaro con Fusaro:Paragonare questa situazione all’Olocausto è una vergogna. Veramente una vergogna. Dire che in questo momento lo Stato italiano si sta comportando come i nazisti, è vergognoso e te lo dico con tutto con tutto il cuore“. Successivamente, Fusaro ha anche avanzato dubbi su Draghi e sui suoi interessi. Anche su questo tema, gli ospiti in studio a Zona Bianca su Rete 4 hanno ribattuto colpo su colpo.

A prescindere da questi discorsi, il modo in cui il conduttore di Zona Bianca si sia rivolto al suo ospite probabilmente non ha precedenti, in relazione ad un paragone probabilmente infelice da parte di Diego Fusaro.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News