Foto del 2018: disinfettante contro il Coronavirus, ci sono molte cose che bisognerà spiegare alla gente

di Shadow Ranger |

Foto del 2018: disinfettante contro il Coronavirus, ci sono molte cose che bisognerà spiegare alla gente Bufale.net

La paura del Coronavirus suscita allarmismo, l’allarmismo genera isteria. E i Social Network sono quel magico mondo in cui se cerchi informazioni sulla salute ottieni complottismo e paura a pacchi.

È ormai emblematico il caso dell’individuo che cercando su Internet a quali sintomi corrisponde un blando mal di testa si convince di avere almeno cinquanta malattie, di cui quaranta lo condurranno a morte certa nell’arco di una settimana e dieci nell’arco della stessa giornata.

Parafrasando il Lex Luthor della saga cinematografica di Superman

Alcuni leggono Guerra e Pace e pensano che sia solamente un libro di avventura, altri leggono gli ingredienti su un disinfettante lavamani e scoprono chi ha creato il Coronavirus SARS-CoV-2

 

Ad esempio, lui
Ad esempio, lui

Dando origine a post come questo

Foto del 2018: disinfettante contro il Coronavirus, ci sono molte cose che bisognerà spiegare alla gente
Foto del 2018: disinfettante contro il Coronavirus, ci sono molte cose che bisognerà spiegare alla gente

Il Mistero del “disinfettante contro il Coronavirus” che mistero non è

In realtà basterebbe studiare un po’ di tassonomia (che è la scienza che studia la classificazione degli esseri viventi e non della Cedrata Tassoni) per ricordarsi che il Coronavirus non è il nome del SARS-CoV-2, il virus che cagiona il COVID2019 (altrimenti noto come la Polmonite di Wuhan), ma è il nome della famiglia di virus di cui il SARS-CoV-2 fa parte, assieme al virus della SARS ed altri, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie come la MERS (sindrome respiratoria mediorientale, Middle East respiratory syndrome).

Confidenzialmente e giornalisticamente chiamiamo, per mera comodità, il SARS-CoV-2 come “Coronavirus”, sottintendendo che è l’ultimo arrivato e più famoso della sua illustre famiglia.

Infatti, prima della nomenclatura ufficiale la scienza lo chiamava nCoV-2019, ovvero Nuovo Coronavirus del 2019.

Il che non significa che i “vecchi” Coronavirus siano scomparsi dalla faccia della terra. Magari fosse così.

Tempo fa dedicammo un articolo alla “ristrutturazione” della tassonomia umana alla luce di alcune nuove scoperte, ricordando che l’essere umano, ovvero l’Homo Sapiens, fa parte della famiglia tassonomica degli Ominidi, che comprende l’Uomo, i Gorilla e gli Oranghi.

Asserire convinti che un gel lavamani venduto nel 2018 come profilassi contro il Coronavirus sia stato ideato per sconfiggere la polmonite di Wuhan è come andare al giardino zoologico e dichiarare che l’orango che ti lancia le feci addosso è in realtà un essere umano intento ad una dissertazione sui massimi sistemi.

Nel disegno: due ominidi. Non sono la stessa cosa, no?
Nel disegno: due ominidi. Non sono la stessa cosa, no?

La conferma dal produttore

Pagella Politica per un commendevole eccesso di zelo ha già provveduto a contattare il produttore del gel, scoprendo che esso esiste dal 2010.

E, giustamente, risulta efficace contro tutta la famiglia dei Coronavirus perché da tempo immemore l’essere umano sa che lavarsi le mani ed evitare di starnutire sul prossimo senza coprirsi naso e bocca sono ottimi metodi per evitare di contrarre e diffondere l’influenza.

Nessun mistero da scoprire qui, niente da vedere, circolare.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News