Focus sul significato di Omicron: nuova variante tra sintomi e tempi di reazione di Pfizer

di Redazione Bufale |

significato di Omicron
Focus sul significato di Omicron: nuova variante tra sintomi e tempi di reazione di Pfizer Bufale.net

Lecito porsi delle domande sul significato di Omicron, la nuova variante del Covid che con le sue 32 mutazioni spaventa un po’ tutti da alcune ore a questa parte. Tra analisi dei sintomi, dei possibili tempi di reazione di Pfizer ed altri dettagli ancora poco chiari al grande pubblico, è chiaro che ci siano tante domande senza risposte. In verità, ai primi quesiti abbiamo provato a rispondere nella giornata di venerdì, con un primo approfondimento sul tema più delicato del momento.

Tutto sul significato di Omicron, la nuova variante Covid: dettagli su sintomi e tempi di risposta di Pfizer

Il primo enigma del giorno riguarda per forza di cose il significato di Omicron. Chi come il sottoscritto ha studiato il greco al Liceo Classico, può confermarvi che si tratti della lettera dell’alfabeto greco che a conti fatti corrispondente alla o breve latina. In termini numerici, equivale a 70. Dunque, nessun enigma particolare e nessun retroscena dietro una scelta del genere da parte dell’OMS. Del resto, secondo i rumors raccolte in queste ore, non avremo informazioni certe prima di due settimane.

Ecco perché l’approfondimento sul significato di Omicron sia a conti fatti molto banale, mentre secondo Adnkronos qualche spunto più interessante sulla nuova variante possiamo ricavarlo ufficiosamente dai sintomi. A tal proposito, i primi studi ci dicono che la situazione non dovrebbe cambiare rispetto alla variante Delta che abbiamo imparato a conoscere nel corso degli ultimi mesi. In Italia e nel resto del mondo. Probabile anche che possa essere riconosciuta dal tampone molecolare, ma anche qui attendiamo notizie incerte.

Infine, oltre al significato di Omicron, bisogna analizzare anche la questione vaccini. Ribadiamo che, allo stato attuale, non vi sia certezza sulla capacità della nuova variante di oltrepassare gli anticorpi di guariti e vaccinati. Al netto di sintomi forse uguali ai predecessori, sappiamo già che i tempi di reazione di Pfizer e Moderna per un aggiornamento del siero ammonterebbero a circa tre mesi.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

ATTENZIONE - L'articolo verrà successivamente completato con un FACT-CHECKING COMPLETO, ma per ora presenta un TAG PROVVISORIO con le informazioni fino ad ora raccolte per bloccare la viralità di eventuali bufale. La metodologia è spiegata nella seguente sezione: https://www.bufale.net/fact-checking-prearticoli

Latest News