Finta malata di cancro raccoglie 8500 sterline da una raccolta fondi, la notizia è del 2020

di Luca Mastinu |

Finta malata di cancro raccoglie 8500 sterline da una raccolta fondi, la notizia è del 2020 Bufale.net

I nostri lettori ci segnalano la storia di una donna, finta malata di cancro, che grazie a una raccolta fondi ha ottenuto 8500 sterline. La notizia è stata condivisa da TPI questa mattina, 10 luglio 2021, sulla pagina Facebook della testata.

La notizia è vera e i fatti risalgono al 2020. Molti lettori, tuttavia, per via della condivisione sui social nella giornata di oggi hanno creduto che si trattasse di un episodio di questi giorni.

La finta malattia e la raccolta fondi

Lei, Toni Standen di Widnes, nel nord ovest dell’Inghilterra, aveva 29 anni, nel 2015 aveva comunicato a parenti e amici stretti di essersi ammalata di tumore. Lo aveva riferito, principalmente, alle sue amiche Ashlea RowsonJennifer Douglas. Toni aggiornava costantemente le sue amiche sulle condizioni della malattia, e si era anche rasata i capelli per simulare le conseguenze della chemioterapia. Secondo il suo racconto, il tumore l’aveva colpita alle ovaie.

Nel frattempo suo padre Derek si era ammalato veramente di cancro, e Toni aveva inventato che l’ultimo desiderio del suo papà era quello di accompagnarla all’altare. Per questo alcuni amici intimi avevano organizzato per lei una raccolta fondi per aiutare lei e il suo compagno, James, a convolare a nozze e partire per la luna di miele.

Prima del matrimonio Derek, il povero padre, era già morto e durante i festeggiamenti Toni riprodusse anche un video dell’uomo con le sue ultime parole. I presenti, in poche parole, sentirono la voce del padre defunto durante il ricevimento. Per quell’evento così straziante Toni era stata intervistata da alcune testate locali, compreso il Mirror.

La rivelazione

Alcuni suoi amici, però, dopo il matrimonio e il viaggio di nozze in Turchia di Toni e Jim, si erano insospettiti. TPI riporta che i sospetti erano nati dopo che la 29enne aveva raccontato di aver contratto il Covid-19, anche se questo dettaglio non è riportato sulle testate internazionali.

In ogni caso, è riportato da più fonti che gli amici insospettiti l’avevano messa alle strette e Toni, ormai senza appigli, aveva confessato tutto al telefono. Prima di quella telefonata, nel febbraio 2020, Toni aveva pubblicato un post su Facebook in cui annunciava la sua morte, ma subito dopo parlò di un hacker. Elementi, questi, che si univano a un complicato puzzle di bugie che la sua amica Ashlea Rowson la costrinse ad ammettere nell’aprile 2020.

Il tribunale di Chelsea condannò Toni a 5 mesi di reclusione e dalle indagini emerse, secondo le notizie, che il marito era all’oscuro di tutto.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.

Latest News